Panico in diretta! Un ex magistrato rivela scomode verità seminando il panico in studio

Loading...

Paolo Ferraro, un ex magistrato semina il panico in studio a Rai Parlamento, rivelando scomode verità finora nascoste. Ecco cosa ha detto. 

screenshot_2017-01-17-00-54-05

<<Siamo agli sgoccioli di quella che è una crisi strutturale pressochè irreversibile.- Il debito pubblico degli stati è stato creato indebitando gli stati del mondo e gli stati mediterranei attraverso una moneta in mano ai grossi gruppi finanziari.

Loading...

-La moneta non appartiene alle banche, ma è uno strumento per far scambiare i beni.-Noi abbiamo un sistema truccato gestito dall’ alto a colpi di spread ed indebitamento, dagli stessi vertici finanziari internazionali, che hanno inquinato, distrutto e portato alla deriva il nostro paese.

Ecco perchè il discorso di una nazionalizzazione delle banche, della nazionalizzazione della moneta che rappresenta lo strumento per ridare una vita sociale alla gente, di un assegno agli anziani, di un assegno ai giovani, e di una prospettiva di rinascita economica va affrontato, prendendo atto che occorre ripartire da una nuova Europa, contro l’Europa delle banche, del potere violento e dei vertici occulti, e delle attività che hanno ridotto il nostro paese allo stremo.

–Tutto il nocciolo della nostra spesa (debito pubblico) gira intorno al fatto che l’emissione della moneta (da parte della BCE) e l’indebitamento del paese creano una dipendenza da grossi gruppi finanziari. Questo è il trucco in cui siamo caduti che bisogna spiegare agli italiani.

-Per uscire dala crisi bisognerebbe emettere moneta che non indebita, con un sistema bancario autonomo, collegarsi ai paesi che hanno rifiutato il debito pubblico e togliersi dal più grande ricatto storico mai avvenuto (l’Euro)>>

Questo ed altro nel video contenente l’intervento integrale di Paolo Ferraro che vi mostriamo di seguito. Guardatelo fino in fondo, e fatelo vedere a più persone possibili. Vi aprirà gli occhi! Buona visione.

da controinformazionetv

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: