Il Veneto contro il governo: la legge sui vaccini sospesa fino al 2019

La Regione Veneto ha sospeso l’applicazione della legge sui vaccini fino al 2019. La moratoria riguarda i bimbi già iscritti. La decisione, contenuta in un decreto firmato dal direttore generale della Sanità Domenico Mantoan, è stata presa in attesa di conoscere l’esito del ricorso contro il provvedimento che impone l’obbligo vaccinale presentato alla Corte costituzionale dalla stessa Regione.

«Il decreto sui vaccini presenta incongruenze»

I tecnici della Regione segnalano un’incongruenza nel testo del decreto Lorenzinche impedirebbe di capire se «le misure di restrizione alla frequenza scolastica siano applicabili sin dall’anno scolastico 2017/2018 e per l’anno scolastico 2018/2019, per i bambini già iscritti alla frequenza dei servizi educativi per l’infanzia e alle scuole dell’infanzia prima dell’entrata in vigore della legge». In particolare, al comma 3 dell’articolo 3 il testo del decreto recita che «per i servizi educativi per l’infanzia e le scuole dell’infanzia, ivi incluse quelle private non paritarie, la presentazione della documentazione di cui al comma 1 costituisce requisito di accesso», mentre al comma 5 dell’articolo 3 bis si legge che «la mancata presentazione della documentazione di cui al comma 3 nei termini previsti comporta la decadenza dall’iscrizione».

 

FONTE

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: