Trovati cimeli nazisti originali in Argentina, portati da alti funzionari nazisti in fuga

Una grande quantità di cimeli nazisti sono stati scoperti in Argentina, questo ha portato molte persone a ricredersi sulla vecchia storia della fuga di Hitler proprio in Argentina alla fine del suo regime.

La polizia argentina ha sequestrato una cache di reperti nazisti da una stanza nascosta dentro la casa di un collezionista d’arte a Buenos Aires. All’interno della camera segreta, la polizia ha trovato più di 75 elementi che si ritiene siano stati portati nel paese da alti funzionari nazisti in fuga alla fine della seconda guerra mondiale. Si tratta del sequestro più grande nel suo genere.

La polizia ha trovato il tesoro di artefatti mentre indagava su delle opere d’arte di origine sospetta, in una galleria nella periferia nord della capitale Argentina.

“Dopo aver esaminato, siamo stati in grado di scoprire gli oggetti che erano nascosti dietro una libreria.” Marcelo El Haibe, il commissario di polizia federale per la tutela del patrimonio culturale ha riferito al New York Times , “Dietro la libreria c’era un muro, e dopo una porta.”

“La nostra indagine preliminare indica che questi sono pezzi originali”, ha detto il ministro della sicurezza argentino Patricia Bullrich Spiegel Online , spiegando che alcuni degli elementi sono mostrati addirittura nelle foto insieme a Adolf Hitler in una serie di fotografie che accompagnano i cimeli.

Tra i manufatti recuperati c’è un busto di Adolf Hitler, lenti di ingrandimento con croce uncinata in rilievo, un pugnale, così come armoniche e altri giocattoli blasonati con svastiche e simboli nazisti, che sarebbero stati utilizzati per l’indottrinamento dei bambini. La polizia ha anche scoperto attrezzature mediche agghiaccianti utilizzate per la misura di teste, uno strumento impiegato come parte del programma eugenetico del regime per dimostrare la superiorità razziale.

Una lente di ingrandimento in particolare è l’elemento storicamente più intrigante della cala, la polizia ritiene che sia stata di proprietà di Hitler stesso. I negativi delle foto ritrovate tra i manufatti sembrano mostrare Hitler con la stessa in mano. “Abbiamo rivolto agli storici, e ci hanno detto che la lente di ingrandimento è originale” usata da Hitler, ha detto il capo della polizia federale argentina Nestor Roncaglia.

Loading...

Il proprietario della struttura, che deve ancora essere nominato, non è stato arrestato, ma è in attesa di giudizio, secondo Spiegel Online.

Particolari manufatti recanti simboli nazisti che sono stati recuperati dalla polizia (PFA),

 

Un membro della polizia federale mostra una clessidra con le marcature nazisti presso la sede dell’Interpol a Buenos Aires.

 

Loading...

Un membro della polizia federale mostra una scatola con svastiche contenente armoniche per i bambini presso la sede dell’Interpol a Buenos Aires.

Particolari manufatti recanti simboli nazisti.

 

Un coltello con le marcature nazista.

 

I membri della polizia federale mostrano un ritratto in rilievo del leader nazista Adolf Hitler.

Copyrighted.com Registered & Protected OBPU-TPST-BKJI-046G

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: