Sveglia: 2 studi mostrano che 347 specie di api sono sulla via dell’estinzione

In totale sono 700 le specie di api spinte a precarietà da una rete di minacce, tra cui l’aumento dell’uso di pesticidi e la grave perdita di habitat.

Il Centro per la Diversità Biologica ha studiato 4.337 specie autoctone: “centinaia delle api da cui dipendiamo per la stabilità dell’ecosistema, così come i servizi di impollinazione che vale miliardi di dollari, si muovono verso l’estinzione “, Kelsey Kopec, ricercatore impollinatore presso il Centro per la Diversità Biologica e autore dello studio, inoltre riferito a EcoWatch . “È una crisi tranquilla ma sconcertante che si svolge proprio sotto i nostri nasi e che illumina il costo elevato della nostra assurda dipendenza dai pesticidi e dall’agricoltura monoculturale.

“Il diffuso declino del miele europee è stato ben documentato negli ultimi anni. Ma fino ad ora molto meno è stato rivelato circa le 4.337 specie di api native del Nord America e delle Hawaii. Queste piante, solitamente solitarie, giocano un ruolo ecologico cruciale impollinando le piante selvatiche e fornendo più di 3 miliardi di dollari in servizi di impollinazione ogni anno negli Stati Uniti “.

Come se queste notizie non fossero già abbastanza grigie, un secondo studio pubblicato dalla Piattaforma intergovernativa per la scienza-politica sulla biodiversità e l’ecosistema ha trovato una conclusione purtroppo simile. Rappresenta l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura

“Un numero sempre crescente di specie di impollinanti in tutto il mondo è stato spinto verso l’estinzione da diverse pressioni, molte delle quali prodotte dall’uomo, minacciando milioni di mezzi di sussistenza e centinaia di miliardi di dollari di cibo, secondo la prima valutazione globale degli impollinatori”.

In altre parole, non è univoco a una regione o a un continente – questo è un problema globale con implicazioni potenzialmente devastanti. Mentre alcune nazioni hanno implementato protezioni per i preziosi insetti – dalle restrizioni agli antiparassitari o dai divieti ai corridoi di impollinatori e fauna selvatica – gli Stati Uniti continuano a sostenere l’agricoltura aziendale e le sostanze chimiche su cui l’industria si basa per funzionare.

Secondo i risultati dell’IPBES, l’influenza umana sulle condizioni ambientali – l’uso di prodotti chimici agricoli e simili – presenta una grave minaccia per gli impollinatori, ma potrebbe essere risolto basta intraprendere un piccolo sforzo.

“La valutazione ha scoperto che i pesticidi, inclusi negli insetticidi neonotinoidi, minacciano i pesticidi in tutto il mondo, anche se gli effetti a lungo termine sono ancora sconosciuti”, ha sottolineato la FAO. “Uno studio pionieristico condotto in campi agricoli ha mostrato che un insetticida neonicotinoide ha avuto un effetto negativo sulle api selvatici, ma l’effetto sulle api da allevamento è stato meno chiaro”.

La diminuzione della popolazione di questi impollinatori preziosi richiederà ai governi di mettere il buon senso e la conservazione per le generazioni future prima del profitto aziendale e industriale.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: