Il Sikkim è diventato il primo stato dell’India ad essere completamente biologico

Il Sikkim è diventato il primo stato dell’India ad essere completamente biologico, i suoi 75.000 ettari di terreno agricolo sono stati gradualmente trasformati in coltivazioni biologiche certificate con pratiche e principi che seguono le linee guida dettate dal Programma Nazionale per la Produzione Biologica.

La svolta biologica ha avuto inizio nel 2003, quando i coltivatori non avuto altra scelta che volgersi verso la coltivazione biologica, per via di una delibera dell’Assemblea Amministrativa dello Stato che ha ristretto l’ingresso nel Paese di prodotti chimici destinati all’agricoltura e proibito la vendita di questi prodotti.

Il Sikkim produce principalmente Mais, Riso e Cardamomo (Spezia Indiana) e nella sua piccola estensione stà guidando l’enorme India verso la scelta dell’agricoltura biologica.

Secondo il Segretario per l’Agricoltura Khorlo Bhutia, nel lungo periodo la coltivazione biologica aiuterà, l’agricoltura migliorando la qualità dei prodotti, la bio diversità, la conservazione e la protezione dell’ambiente.

La scelta biologica per il momento ha già premiato Sikkim, il piccolo stato incastonato fra le montagne dell’Himalaya, nel settore del turismo. I Resort locali infatti, hanno già iniziato una campagna di marketing focalizzata sulla possibilità per i turisti di poter raccogliere, cucinare e mangiare prodotti biologici dagli orti e dai giardini locali.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: