Come sbarazzarsi del gonfiore: 9 Strategie sostenute dalla scienza

Il gonfiore allo stomaco dopo i pasti può essere incredibilmente scomodo. La ricerca mostra che dal 10 al 25% delle persone ha esperienza per rimediare a questo inconveniente, ma la maggior parte non fa nulla a riguardo.

È ancora più comune tra quelli con disturbi gastrointestinali, come IBS.

Fortunatamente, i cambiamenti di dieta da soli possono aiutare a alleviare o prevenire nella maggior parte dei casi. Questo articolo esplora ciò che è scientificamente dimostrato per aiutare a fermare il gonfiore.

 

Quali sono le cause del gonfiore allo stomaco?

Giovane donna in grigio stringendo il suo stomaco nel doloreIl gonfiore allo stomaco è caratterizzato da una forte sensazione di pressione all’interno dell’addome.

Il termine è spesso usato in modo intercambiabile con dispepsia (cattiva digestione), distensione dello stomaco o la ritenzione idrica. Queste sono questioni separate, ma possono verificarsi allo stesso tempo come gonfiore.

È comune nei disturbi gastrointestinali, in particolare la sindrome dell’intestino irritabile (IBS). Tuttavia, si verifica anche in assenza di altre condizioni mediche.

Loading...

Le cause esatte del gonfiore variano da persona a persona, e talvolta tra gli episodi. Ma è in genere il risultato:

  • Anormali batteri intestinali
  • Insolitamente digestione lenta
  • Anormali riflessi muscolari addominali
  • Aumento della percezione del dolore del nervo
  • Sensibilità alimentare (sia FODMAPs o sostanze chimiche alimentari come l’istamina )
  • Psicologico di stress

 

1. Trattare IBS e FODMAPs-Sensibilità

Rimuovere FODMAPs per aiutare con gonfioreLa sindrome dell’intestino irritabile è un disturbo comune che causa una varietà di sintomi digestivi.

Il gonfiore è uno dei sintomi più comuni di IBS, più del 90% dei pazienti con IBS si lamentano di esso.

Per molti, eliminando gli alimenti sbagliati nella dieta si allevia il problema, che sono quasi sempre FODMAPs.

In uno studio su pazienti con IBS, a 43 partecipanti è stata prescritta una dieta a basso FODMAP, mentre 39 volontari hanno continuato una dieta standard per fungere da controllo. Entrambi i gruppi hanno completato questionari sulle modifiche ai loro sintomi.

L’82% dei pazienti del gruppo a basso FODMAP ha riferito miglioramenti nel gonfiore, mentre poco meno della metà del gruppo di controllo ha riscontrato miglioramenti. Quindi non vi è un notevole miglioramento.

 

Loading...

2. I probiotici possono aiutare a sbarazzarsi del gonfiore

I probiotici possono aiutare sbarazzarsi di gonfioreI probiotici  sono batteri benefici che si trovano naturalmente in alcuni alimenti e integratori.

Ci sono un sacco di prove che possono aiutare la salute dell’apparato digerente, in particolare il gonfiore.

In uno studio di 122 pazienti con IBS, una dose giornaliera di Bifidobacterium bifidum ha migliorato significativamente i sintomi di gonfiore e dolore rispetto al placebo.

confronto-di-b-bifidum-e-placebo-on-IBS-sintomi

Confronto di B. bifidum e placebo sui sintomi IBS misurati con valutazione globale soggettiva (SGA) per 8 settimane. punteggio più basso è migliore.

confronto-di-cambio-di-IBS-Sintomi-con-b-bifidum-vs-placebo prima e dopo il trattamento

Confronto di cambiamento dei sintomi di IBS con B. bifidum vs placebo, prima e dopo il trattamento. punteggio più basso è migliore.

Questi risultati sono supportati da un altro processo che utilizza una combinazione di ceppi per un periodo di 4 settimane, uno dei quali è stato anche da specie Bifidobacterium.

È interessante notare che non è raro per i gruppi placebo in questi studi di sperimentare miglioramenti digestivi. Quindi non vi è certamente un effetto placebo in gioco in una certa misura.

Si noti che solo alcuni ceppi di probiotici a dosi specifiche hanno finora dimostrato di essere utili per il gonfiore, se assunti per almeno 4 settimane:

  • Lactobacillus e Bifidobacterium infantis acidophius ad una dose di 1 x 10 10 CFU al giorno.
  • Lactobacillus acidophilus più Bifidobacterium lactis alla dose di 2 x 10 11 CFU al giorno.
  • Bifidobacterium bifidum ad una dose di 1 x 10 9 CFU al giorno.
  • Bifidobacterium lactis ad un livello di 1,25 x 10 10 CFU per dose, più una combinazione di Streptococcus termofili e Lactobacillus bulgaricus a 1,2 x 10 9 CFU per dose.

Ma ci sono anche studi che hanno dimostrato scarso beneficio di integratori probiotici sul gonfiore, quindi c’è ancora molto da imparare.

Se si decide di provare un probiotico, chiedere a un farmacista per aiutarvi a scegliere uno che non contiene FODMAP ingredienti. Altrimenti devono essere sicuri, con possibile eccezione per quelli con un indebolito sistema immunitario.

 

3. Gli enzimi digestivi possono ridurre il gonfiore

Gli enzimi digestiviEnzimi digestivi può ridurre il gonfiore sono sostanze chimiche all’interno del corpo che aiutano a rompere gli alimenti in componenti più piccoli.

Alcune persone non hanno sufficienti enzimi per abbattere alcuni carboidrati durante la digestione (cioè FODMAPs).

I carboidrati non digeriti che raggiungono l’intestino subiscono fermentazione, causando gas e gonfiore.

Questo è dove il digestivo enzima di supplementazione con i pasti può aiutare:

  • Alpha-D-galattosidasi integratori (come Beano) posso contribuire ad abbattere gli oligosaccaridi. I piccoli studi suggeriscono che 300-1200 Galu di alfa-galattosidasi con i pasti aiuta alcune cause di gonfiore e la produzione di gas.
  • Lattasi è un enzima digestivo che aiuta la digestione del lattosio. Quelli con intolleranza al lattosio potrebbero trovare utile assumerlo prima di consumare prodotti lattiero-caseari. Ci sono anche prodotti lattiero-caseari che contengono il lattasi per coloro che sono intolleranti al lattosio.
  • Alcune condizioni di salute – tra cui il cancro, fibrosi cistica e malattie del fegato e del pancreas – causa alterato assorbimento dei nutrienti, e talvolta gonfiore. In alcuni casi, un particolare enzima digestivo può essere utile, ma questi sono quasi sempre prescritti da un medico.

Con l’eccezione di enzimi specializzati per le malattie, gli enzimi digestivi possono essere acquistati over-the-counter senza prescrizione medica. Si dovrebbe sempre parlare con il medico prima di introdurre nuovi supplementi.

 

4. Ridurre al minimo o trattare la costipazione

Ridurre al minimo o trattare la costipazioneLa stitichezza è un trigger principale di gonfiore.

Le feci dure nel tratto digestivo aumentano il diametro del retto, che rallenta il movimento del cibo e del gas attraverso il tubo digerente

La stitichezza può anche aumentare la fermentazione dei carboidrati nell’intestino, che può produrre gas e aumentare ulteriormente il gonfiore. Infatti, il gonfiore è il sintomo numero uno di costipazione dominante IBS, o IBS-C.

Bere liquidi sufficientemente e mangiare le fibre sono alcune delle strategie che aiutano a rimanere regolare.

 

5. Limita i prodotti noti per causare Stress Digestivi

Limita i prodotti noti per causare stress DigestiveDiversi alimenti (diversi da FODMAPs) possono contribuire al gonfiore, almeno in teoria.

Il caffè è una di quelle, soprattutto se si è intolleranti  alla caffeina senza saperlo. In effetti, riducendo la caffeina si possono avere molti benefici per la salute.

Lo spazio rallentato dai gas del tratto intestinale è anche causa nota. Per questo motivo, può aiutare evitare gli alimenti che aumentano il volume di gas:

  • bevande gassate possono introdurre più gas nel tratto digestivo.
  • Gomma da masticare e caramelle possono anche causare aria in eccesso, aumentando così la produzione di gas.

Molti gomme da masticare e caramelle dure contengono anche polialcoli che sono in gran parte indigesti. Questo è il motivo per cui l’eccesso della gomma da masticare ha un effetto lassativo e un’avvertenza sull’etichetta.

Integratori alimentari possono anche causare stress digestivi, in particolare di bassa qualità,  proteine in polvere  e polveri sostituto di un pasto.

 

6. Modifica dei Comportamenti

Piccole modifiche alle abitudini alimentari possono contribuire a ridurre il gonfiore.

Gli studi suggeriscono che alcuni sono più sensibili alla sensazione dello stomaco che si estende dopo i pasti.

In teoria quindi, mangiare piccoli pasti può impedire la sensazione di gonfiore diminuendo lo stretching dello stomaco.

Inoltre, cercare di non mangiare velocemente ed evitare l’uso di cannucce (che può creare gas nello stomaco).

 

7. Piccoli esercizi possono aiutare a ridurre il gonfiore

Esercizi a bassa intensità può aiutare a ridurre il gonfioreGli Esercizi a bassa intensità  possono aiutare il gas muoversi attraverso il tratto digestivo, riducendo in tal modo il gonfiore.

In un piccolo studio, 8 volontari (7 con IBS) hanno ricevuto infusioni di gas nel tratto digestivo.

Hanno poi alternato tra il riposo e bassa intensità di esercizio su una cyclette mentre i ricercatori hanno preso le misure.

I soggetti a riposo hanno mantenuto il 45% del gas rispetto a solo il 24% durante l’esercizio, che è circa la metà della quantità.

 

Rimedi naturali per Gonfiore

I piccoli studi indicano alcuni rimedi naturali per aiutare a fermare il gonfiore.

8. olio di menta piperita

Olio di menta piperitaLe capsule di olio di menta piperita o simili aiutano a aumentare il tempo di transito intestinale, rilassando i muscoli dello stomaco e aumentando il flusso della bile.

In un recente studio, 35 volontari con IBS hanno ricevuto capsule contenenti olio di menta piperita e fibra, tre volte al giorno. Un secondo gruppo di 37 volontari ha ricevuto una pillola di placebo che conteneva solo le fibre.

Dopo 4 settimane, il gruppo olio di menta piperita ha mostrato un miglioramento 53,5% nel punteggio dei sintomi di gonfiore e distensione, rispetto al miglioramento 28,1% per il gruppo di fibre sola.

menta piperita-olio-vs-placebo IBS-trattamento

Confronto di cambiamento dei sintomi di IBS con capsule di olio di menta piperita versus placebo a 24 ore e 24 giorni. punteggio più alto è migliore. 

Si noti che il placebo è stato molto potente nel ridurre i sintomi dopo un mese, quindi è difficile dire quanto sia utile la menta piperita è di per sé.

 

9. Meditazione

La meditazioneMeditazione è l’antica pratica spirituale di collegare la mente con il corpo.

È noto per essere una strategia efficace per alleviare lo stress psicologico, che è vagamente legato a gonfiore.

Un piccolo studio di 13 pazienti con IBS ha mostrato un miglioramento significativo al gonfiore con sessioni di meditazione di 15 minuti, due volte al giorno.

 

Quando chiamare il medico

Il gonfiore di solito non è un grave problema medico, ma ci sono circostanze che richiedono ulteriori indagini.

Consulta il medico se si dispone di gonfiore frequenti con altri sintomi, tra cui la diarrea, stipsi, febbre, perdita di peso, scarso appetito, o feci sanguinolente.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: