Rapporto: Israele ha Torturato Oltre 1 milione di prigionieri palestinesi

Secondo un rapporto del Comitato palestinese per gli Affari dei prigionieri, oltre un milione di prigionieri sono stati torturati nelle prigioni israeliane fino ad oggi. Il rapporto è stato annunciato poco prima della Giornata internazionale a sostegno delle vittime della tortura.

Proprio il mese scorso, più di 1.500 prigionieri palestinesi hanno partecipato a uno sciopero della fame di 40 giorni per evidenziare il trattamento disumano di Israele, tra cui il prolungato isolamento.

Prima del 1999, Israele effettuato varie torture fisiche durante gli interrogatori. Come un rapporto da Shin Bet della Commissione Landau afferma: “privando l’interrogato del sonno per un numero di giorni da lui o lei vincolante in posizioni dolorose; con la riproduzione di musica ad alto volume; coprendo la testa con un sacco sporco; esponendo l’interrogato a calore estremo e freddo; legandolo ad una sedia bassa, inclinandolo in avanti; ponendo stotto la schiena dell’interrogato uno sgabello alto con il suo corpo arcuato all’indietro; costringendo l’interrogato a accovacciarsi sulle punte dei piedi con le mani legate dietro la schiena; violento scuotimento del detenuto, minacce e maledizioni, e nutrendolo con scarsa qualità e quantità di cibo“.

Israele svolge inoltre un esteso trattamento disumano alla popolazione palestinese in generale. Lo stato sionista trattiene spesso l’acqua così come il movimento di persone e merci dalle zone della Palestina come una forma di punizione collettiva. Gli esperti dicono che l’economia palestinese e lo sviluppo generale è stato devastato dall’occupazione israeliana. Proprio ieri, i coloni israeliani hanno bruciato decine di alberi di olivo in Cisgiordania.

Questo particolare insediamento in Cisgiordania (e molti altri come lui) sono state escluse guarda caso dalle Nazioni Unite.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: