Pocahontas, Una Delle Tante Native Americane Maltrattate Che La Disney Ha Deciso Di Non Raccontare

Nel 1995 la Disney produsse un film d’animazione che vedeva protagonista una bellissima nativa americana, Pocahontas, e un colonizzatore britannico, di nome John Smith. Tra i due fu praticamente colpo di fulmine, ma è facile intuire che i fatti reali siano molto lontani dalla storia romanzata del cartone animato. In effetti è ben noto che le incursioni colonizzatrici occidentali nei territori abitati dai nativi americani furono di violenza inaudita: è molto improbabile quindi che in questo scenario sia potuta nascere una storia d’amore. Ecco come sono andate le cose…

Via Curioctopus

Il vero nome di Pocahontas era Matoaka, figlia prediletta del capo di una potente tribù, che abitava un territorio corrispondente all’attuale Virginia.

immagine: Wikipedia

La prima differenza con la favola Disney riguarda l’età della giovane nativa: diversamente da come noi tutti sappiamo, Pocahontas era solo una bambina quando incontrò per la prima volta John Smith, probabilmente aveva 9 o 10 anni. Risulta difficile quindi poter parlare di amore.

Da aggiungere poi c’è il fatto che Pocahontas non sposò John Smith, sebbene lui abbia provato un forte interesse per la giovane. Possiamo sapere qualcosa di più sull’incontro tra il colonizzatore e la nativa proprio da alcune lettere scritte dall’uomo: secondo le fonti Smith fu rapito dai soldati della tribù e fu portato al cospetto del Capo, padre della giovane. Fu proprio lei a salvargli la vita opponendosi alla violenza del capo tribù, episodio ripreso dalla stessa Disney. Tuttavia è molto probabile che il colonizzatore abbia romanzato l’accaduto.

Pocahontas venne poi rapita nel 1613 dai colonizzatori britannici, come riscatto per il rilascio di alcuni prigionieri detenuti dalla tribù nativa.

immagine: commons.wikimedia.org

Pocahontas fu tenuta come ostaggio per più di un anno, e fu proprio in questo periodo di prigionia che conobbe il suo futuro marito inglese: non si tratta di John Smith come narrato dalla Disney, bensì di John Rolfe, un colono proprietario di una piantagione di tabacco. L’uomo riuscì ad arrivare ad un compromesso con la tribù nativa: la giovane donna poteva tornare ad essere libera solo accettando la proposta di matrimonio avanzata da lui stesso.

Il matrimonio tra Pocahontas, ribattezzata Rebecca, e John Rolfe, fu il primo noto tra un europeo e una nativa americana.

immagine: commons.wikimedia.org

Dall’uomo Pocahontas ebbe un figlio di nome Thomas: la famiglia partì alla volta dell’Inghilterra, per mostrare al paese l’attività “benefica” dei coloni inglesi nei territori americani. Rebecca era l’esempio concreto di una selvaggia civilizzata e Rolfe l’eroe che riuscì a portare il cristianesimo tra un popolo pagano. La partenza fu in realtà per Pocahontas un addio alle terre di origine: mai più poté tornare dalla famiglia.

In Inghilterra Pocahontas incontrò di nuovo John Smith, ancora innamorato della ragazza, ma non sappiamo molto cosa accadde a seguito di quell’incontro.

immagine: Wikipedia inglese

La sua breve vita si concluse in un paese del Kent il 21 marzo 1617, all’età di 21 anni. Qui si trova una statua commemorativa, una delle poche testimonianze di una storia non proprio di amore.

immagine: Wikipedia inglese

Molti di noi hanno bellissimi ricordi della favola di Pocahontas raccontata dalla Disney: è bene sapere però che le favole spesso, hanno poco a che vedere con la realtà

Loading...

Via Curioctopus

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: