Perché le persone intelligenti fanno cose stupide? Risponde il dr. Heather A. Butler

Parole del dr. Heather A. Butler:

Probabilmente tutti conosciamo qualcuno che è particolarmente intelligente, ma fa cose sorprendentemente stupide. La mia famiglia si diletta nel sottolineare le volte in cui io (un professore) commettiamo errori davvero stupidi. Cosa significa essere intelligenti o intelligenti? Il nostro uso quotidiano del termine è inteso a descrivere qualcuno che è ben informato e prende decisioni sagge, ma questa definizione è in contrasto con il modo in cui l’intelligenza viene misurata tradizionalmente. La misura dell’intelligenza più nota è il quoziente di intelligenza, più comunemente noto come test del QI, che comprende enigmi visuospaziali, problemi di matematica, riconoscimento di pattern, domande sul vocabolario e ricerche visive.

I vantaggi dell’essere intelligenti sono innegabili. Le persone intelligenti hanno maggiori probabilità di ottenere voti migliori e andare più lontano a scuola. Hanno maggiori probabilità di avere successo sul lavoro. E sono meno propensi a mettersi nei guai (ad esempio, commettere crimini) da adolescenti. Dati tutti i vantaggi dell’intelligenza, tuttavia, potresti essere sorpreso di apprendere che non prevede altri esiti di vita, come il benessere. Potresti immaginare che andare bene a scuola o al lavoro possa portare ad una maggiore soddisfazione della vita, ma diversi studi su larga scala non sono riusciti a trovare prove del fatto che il QI influenzi la soddisfazione o la longevità della vita. Lo psicologo dell’Università di Waterloo Igor Grossmann e i suoi colleghi sostengono che la maggior parte dei test di intelligenza non riesce a catturare il processo decisionale nel mondo reale e la nostra capacità di interagire bene con gli altri. Questo è, in altre parole, forse il motivo per cui le persone “intelligenti” fanno cose “stupide”.

La capacità di pensare in modo critico, d’altra parte, è stata associata al benessere e alla longevità. Sebbene spesso confuso con l’intelligenza, il pensiero critico non è l’intelligenza. Il pensiero critico è una collezione di abilità cognitive che ci permettono di pensare razionalmente in un modo orientato all’obiettivo, e una disposizione a usare quelle abilità quando appropriato. I pensatori critici sono scettici amabili. Sono pensatori flessibili che richiedono prove per sostenere le loro convinzioni e riconoscono fallaci tentativi di persuaderli. Il pensiero critico significa superare ogni sorta di pregiudizi cognitivi (ad es., Pregiudizio di senno di poi, pregiudizio di conferma).

Il pensiero critico prevede una vasta gamma di eventi della vita. In una serie di studi, condotti negli Stati Uniti e all’estero, i miei colleghi e io abbiamo scoperto che i pensatori critici sperimentano meno cose cattive nella vita. Abbiamo chiesto alle persone di completare un inventario degli eventi della vita e di prendere una valutazione critica (la HalpernValutazione del pensiero critico). La valutazione del pensiero critico misura cinque componenti delle capacità di pensiero critico compreso il ragionamento verbale, l’analisi degli argomenti, il test di ipotesi, la probabilità e l’incertezza, il processo decisionale e la risoluzione dei problemi.

L’inventario di eventi di vita negativi cattura diversi domini di vita come quello accademico(ad esempio, ho dimenticato un esame), la salute(ad esempio, ho contratto un’infezione trasmessa sessualmente perché non indossavo il preservativo), legale (ad esempio, sono stato arrestato per guida sotto l’influenza), interpersonale (ad esempio, ho tradito il mio partner romantico con cui ero stato per oltre un anno), finanziario (ad esempio, ho oltre $ 5.000 di debito della carta di credito), ecc. Ripetutamente, abbiamo scoperto che i pensatori sperimentano meno eventi di vita negativi.

È meglio essere un pensatore critico o essere intelligente? La mia ultima ricerca ha messo a confronto il pensiero critico e l’intelligenza per vedere quale era associato a meno eventi di vita negativi. Le persone forti dell’intelligenza o del pensiero critico hanno sperimentato meno eventi negativi, ma i pensatori critici hanno fatto meglio.

Loading...

L’intelligenza e il miglioramento dell’intelligence sono argomenti caldi che ricevono molta attenzione. È tempo che il pensiero critico riceva un po ‘più di attenzioneKeith Stanovich ha scritto un intero libro su What What Intelligence Test . Miss. Ragionamento e razionalità assomigliano più strettamente a ciò che intendiamo quando diciamo che una persona è intelligente delle abilità spaziali e della matematica. Inoltre, migliorare l’intelligenza è difficile. L’intelligenza è in gran parte determinata dalla genetica. Il pensiero critico, tuttavia, può migliorare con la formazione e si è dimostrato che i benefici persistono nel tempo. Chiunque può migliorare le proprie capacità di pensiero critico: farlo, possiamo dire con certezza, è una cosa intelligente da fare.

(dr. Heather A. Butler)

Info: il Dr. Heather A. Butler è un assistente professore nel dipartimento di psicologia presso la California State University di Dominguez Hills. Ha una serie di interessi di ricerca, tra cui il pensiero critico, le tecnologie di apprendimento avanzato e l’uso della scienza psicologica finalizzate alla prevenzione di condanne errate.

Fonte GloboChannel 

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: