Nel silenzio generale la commissione Agricoltura stanzia milioni per i nuovi OGM

La commissione Agricoltura della Camera dei Deputati ha approvato il decreto del Ministero delle Politiche Agricole che stanzia 21 milioni di euro per un progetto di ricerca sui nuovi OGM. Il testo è passato con la spinta di Pd e Forza Italia, anche se non sono mancate le tensioni durante la fase di approvazione, ma si sa Pd e Forza Italia vanno sempre d’accordo sulle politiche suggerite da Ue e Multinazionali.

L’Unione Europea non ha ancora dichiarato nulla sui potenziali effetti indesiderati dei nuovi metodi di manipolazione genetica (New Breeding Techniques – NBT) non si sa ancora se producono colture transgeniche a tutti gli effetti, oppure se legalmente queste possano aggirare la direttiva comunitaria che disciplina tali organismi. Per conoscere il destino dei nuovi OGM, ottenuti con metodi sviluppati dopo l’entrata in vigore della direttiva, bisognerà aspettare una sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea, investita dal Consiglio di Stato francese del ruolo di fare chiarezza.

Di questo non si preoccupa l’Italia, se si tratta di soldi, intrecci, interessi dubbi, non la batte nessuno, e così ha già messo le mani avanti puntando milioni su un progetto che potrebbe saltare dopo il pronunciamento della Corte. E per fortuna l’Italia è un paese fermamente contrario agli OGM (pensate se fosse favorevole).

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: