Macabra scoperta in Scozia: fossa comune contenente i corpi di almeno 402 bambini in Orfanotrofio

Nel Regno Unito continua lo scandalo delle fosse comuni con cadaveri di bimbi negli ex-orfanotrofi cattolici: Almeno 400 corpi di bambini e neonati, morti tra il 1864 e il 1981, sarebbero stati rinvenuti in una fossa comune anonima all’interno di un ex orfanotrofio scozzese gestito da suore cattoliche, lo Smyllum Park.

Sono state le inchieste del programma “File on Four” di BBC Radio 4 e del domenicale Sunday Post a portare alla luce la vicenda che richiama quanto emerso nel marzo scorso in Irlanda dove, in un ex-orfanotrofio cattolico chiuso nel 1965, fu scoperta una fossa comune con i resti di circa 800 bambini.

La maggior parte dei bambini ritrovati nella fossa comune sarebbe morta per cause naturali, in seguito a malattie comuni all’epoca come tubercolosi, polmonite e pleurite, ma l’inchiesta ha dimostrato che nell’orfanotrofio si verificavano anche abusi, non solo fisici ma anche violenze psicologiche e umiliazioni pubbliche. Un terzo dei corpi ritrovati sono di bambini di cinque anni o meno. Solo 24 avevano più di 15 anni. La maggior parte delle morti si è verificata tra il 1870 e il 1981.

Uno dei corpi è stato identificato, si tratta di  Francis McColl: morto nel 1961, aveva 13 anni. Il certificato di morte indica un’emorragia cerebrale come causa del decesso. Suo fratello, Eddie McColl, ha passato decenni a chiedersi cosa gli fosse successo. A un certo punto gli hanno detto che era stato colpito alla testa da una mazza da golf, cosa che ora combacia con il certificato di morte ritrovato. Eddie non ha mai saputo dove fosse sepolto suo fratello fin’ora .

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: