Lorenzin, diplomata al liceo classico, decide l’obbligo dei vaccini da 0 a 6 anni.

Non posso amare questo paese, oggi non voglio parlare se i vaccini sono sicuri al cento per cento (No) o altro, c’è gente capace e titolata che conosce l’argomento, io non ho mai approfondito, mi sono semplicenente limitato a informare da “entrambe le campane” e in questo post tralascerò la mia opinione. Oggi voglio parlare della libertà, libertà che anche questa volta viene calpestata, un genitore non è libero di scegliere cosa è bene e cosa è male per il figlio, è la Lorenzin a scegliere per te, che con un diploma da liceo classico si è trovata il titolo di Ministro della Salute, quando nel “nostro mondo” con quel titolo di studio non poteva fare neanche l’infermiera. Nel suo mondo invece oggi è stato dato il via libera del Consiglio dei ministri al decreto legge che reintroduce l’obbligatorietà delle vaccinazioni a scuola. Da 0 a sei anni, in assenza dei vaccini i bambini non potranno accedere ad asili nido e scuole materne

I vaccini obbligatori per ora sono: Antipoliomielite, antidifterica, antitetanica, antiepatite b, antipertosse più anti-haemophilus influenzae di tipo b, antimeningococcica di tipo b, antimeningococcica di tipo c, antimorbillo, antirosolia, antiparotite e antivaricella.

Ora io mi domando, se tu Stato dai potere decisionale su dei temi così importanti come la Salute alla Lorenzin, non per essere cattivo, che deve per forza affidarsi a dei medici e a degli specialisti titolati, per prendere decisioni e essere consigliata perché non ha gli studi per farlo, come puoi parlare di democrazia? Chi li ha messi questi “consiglieri” della Lorenzin? Il popolo? No! È così difficile in questo paese avere persone adeguate e soprattutto titolate per ogni materia?

Obbligo o non obbligo è tutto sbagliato dal principio, dopo la serie di governi tecnici ci siamo ritrovati un governo diciamo eletto, ma che nella realtà era un'”accozzaglia” fatta all’ultimo minuto per andare a governare, dove si sono distribuiti ministeri alla meno peggio, come una Fedeli che sul curriculum riportava la sua “Laurea” poi in realtà aveva un banale diploma per la “scuola di assistenti sociali”, dunque bugiarda e truffaldina ma sta ancora lá a fare il ministro dell’Istruzione! Cosa si pretende in questo paese se lo si mette in mano agli incapaci? Questi si vendono al primo offerente…oggi mi ritrovo un Presidente del Consiglio che prima del 4 dicembre era a me sconosciuto, lo dice la Costituzione, ok, è regolare, va bene, ma resta il fatto che questo ora mi governa (anche se sembra un fantasma) e io non l’ho mai votato come premier. Governati da “capre” che ora ci danno anche gli obblighi. Le case farmaceutiche ringrazieranno il ministro.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: