L’Italia ripudia la guerra ma è seconda al mondo per esportazioni di armi dopo gli Stati Uniti

Il rapporto “Small Arms Survey” afferma che l’Italia è, dopo gli Stati Uniti, il principale esportatore al mondo di  “armi leggere”.

Sono quasi raddoppiate le esportazioni italiane di armamenti. Se nel 2015 erano state vendute all’estero armi per 7,9 miliardi di euro, l’anno successivo il totale ha raggiunto i 14,6 miliardi. Una crescita dell’85,7%.

Nel 2016 7,3 miliardi di euro sono arrivati dalla fornitura al Kuwait di 28 aerei Eurofighter della Leonardo. La seconda categoria di armamenti più venduta risulta essere quella di “bombe, siluri razzi, missili e accessori”, che ha fruttato 1,2 miliardi. La Relazione annuale in materia di armamenti sottolinea inoltre che nel corso del 2016 l’Italia ha esportato in 82 Paesi in totale, confermandosi uno dei principali attori mondiali per penetrazione del mercato.

Brava ad esportare ma meno brava nella trasparenza, infatti Giorgio Beretta, analista dell’Osservatorio Permanente sulle Armi Leggere e le Politiche di Sicurezza e Difesa (OPAL) ha dichiarato: “Non solo non riporta i dati sui sistemi militari effettivamente esportati, ma solo quelli autorizzati, ma non indica né il valore né i paesi destinatari. Questa grave mancanza di informazioni – continua Beretta – è da attribuirsi all’Unità per le autorizzazioni dei materiali di armamento (UAMA), incardinata presso il Ministero degli Esteri: non è giustificabile in base ad alcuna norma e squalifica l’Italia nei confronti degli altri Stati membri”. Al bar si potrebbe commentare con “esportazioni a umma umma”.

In tutto questo ricordiamo l’Art. 11 della Costituzione Italiana:

“L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa della libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni”

La pace e la giustizia fra le Nazioni le assicura con una bomba qua…un missile la…ma senza attirare troppo l’attenzione.. “A umma umma” 😉

Loading...
loading...

Un pensiero riguardo “L’Italia ripudia la guerra ma è seconda al mondo per esportazioni di armi dopo gli Stati Uniti

  • settembre 18, 2017 in 2:50 pm
    Permalink

    Ma Israele, a che posto lo mettiamo, vive al 70% di quello…

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: