“La terra è rotonda,si è sempre a Sud di qualcuno. Oggi l’Italia è la questione meridionale dell’Europa unita”

Già in passato durante una di quelle trasmissioni di sola propaganda politica, povera culturalmente e vergognosa per il genere umano, parliamo della porcheria che va in onda su Rete 4, è apparsa la tendenziosa scritta: “Perchè i furbi stanno sempre al Sud?”. Un virgolettato apposto dalla regia ignorando tutti quei casi di assenteismo che si sono verificati anche in tantissime strutture del Nord, ma la politica per sopravvivere ha bisogno di mettere zizzania, di creare il caos ecc, altrimenti chi se ne fotte di tutte quelle facce di c…. che da anni prometto in tv ma non mantengono mai? Ma del resto sono Politici…La peggio razza…senza dignità e senza onore.

Fortunatamente, oltre al solito caso di razzismo anti-meridionale, nel corso della trasmissione si è assistito anche ad un intervento interessante da parte del filosofo e meridionalista Diego Fusaro. Nonostante l’ostilità degli altri ospiti ed un velato disinteresse da parte dello stesso conduttore, lo studioso ha espresso due concetti chiave. Per prima cosa, che non bisogna trasformare l’illegalità e la furbizia di pochi in un modo per screditare tutti i lavoratori pubblici e, soprattutto, questo non deve fornire un pretesto per trasformare i controlli in un vero e proprio regime in cui nessuno può muovere un dito senza giustificazioni.

Il secondo punto è quello che maggiormente ci interessa. Il filosofo, citando Gramsci e le fonti storiche, ha ammesso che: “L’Italia è nata dalla colonizzazione del Nord ai danni del Sud. Il Nord ha portato via tutte le ricchezze del Sud, l’ha piovrizzato, e ancora oggi ci stiamo portando dietro questo problema. Solo l’ignoranza storica di certi sedicenti padani può ignorare questo aspetto fondamentale. Bisogna studiare, studiare, studiare!Senza questo non si va da nessuna parte.”

Adesso Fusaro rimarca l’argomento con queste dichiarazioni (il mondo gira e sgretola le tue convinzioni) il video:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: