La dieta che bisogna condurre per alcalinizzare il corpo e tenere alla larga le malattie come il cancro

Prima di capire il principio della dieta alcalina è importante distinguere la differenza tra un alimento alcalino e un alimento acido. I cibi alcalini sono cibi naturali, non modificati industrialmente, come frutta e verdura. I cibi acidi, invece, sono le carni, i cibi processati, troppo cotti, gli zuccheri e i carboidrati.

La dieta alcalina consiste nel consumo equilibrato di alimenti alcalini e acidi, per mantenere un pH del sangue di circa 7,4. Un pH inferiore a 7 è considerato acido, uno oltre il 7 è alcalino.

Durante una dieta alcalina bisogna ovviamente preferire il consumo di cibi alcalini, che dovrebbero comporre circa il 75% della nostra alimentazione. I cibi acidi, ridotti al minimo, devono comunque occupare il 25% della dieta.

Bisogna evitare cibi processati, zuccherati e carboidrati, in quanto generatori di acido e responsabili di un aumento di glucosio nel sangue. Non bisogna eliminare completamente i cibi acidi: anche loro svolgono un ruolo importante nel nostro metabolismo.

Cibi acidi: mirtilli e prugne (contengono acido benzoico), frutti non maturi, farina bianca, zuccheri raffinati e saccarina, bibite gassate e alcoliche, cibi processati, vitamine sintetiche, additivi chimici, coloranti e conservanti, carne, latte, uova e cereali.

Cibi alcalini: quasi tutta la frutta e verdura (meglio se biologica), miele, semi e frutta secca, alghe marine, uva passa, soia e i suoi derivati.

Fonte rimedio-naturale

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: