LA BORRAGINE oltre ad essere buona in cucina ha grandi proprieta’ curative…

Tutte le proprietà benefiche della borragine.

La borragine, Borrago officinalis, è una pianta appartenente alla famiglia delle Boraginaceae, nativa delle regioni che si affacciano sul Mediterraneo ma diffusasi un po’ ovunque in Europa.

Utilizzata tradizionalmente come componente di numerosi piatti della cucina tipica di diverse regioni d’Italia, la borragine è stata coltivata anche per l’olio estratto dai suoi semi, autentico concentrato di sostanze benefiche per tutto l’organismo.

Ricco di acidi grassi polinsaturi, l’olio di borragine viene particolarmente apprezzato per l’efficacia riscontrata nel trattareproblemi legati alla pelle, dall’invecchiamento cutaneo, alle infiammazioni, eczemi, psoriasi, acne o macchie cutanee.

Utilizzato esternamente, l’olio svolgeun’azione rigeneratrice e riparatrice della pelle in difficoltà ma, assunto come integratore alimentare, è in grado di essere altrettanto efficace nei disturbi legati a squilibri ormonali, in particolare dell’universo femminile.

L’olio di borragine in perle è consigliato infatti in casi di irregolarità del ciclo, forti dolori mestruali, cisti ovariche, sindrome premestruale, disturbi legati alla menopausa, grazie alla presenza di fitoestrogeni che sono in grado di riequilibrare il delicato sistema ormonale femminile senza apportare effetti collaterali.

Ma l’olio di borragine si rivela anche un ottimo alleato in caso di colesterolo alto, grazie alla grande quantità di Omega 6, oltre che un buon depurativo del sangue, migliorando la circolazione cardiovascolare dell’organismo.

Tradizionalmente la borragine, di cui si consumano anche le foglie, è stata utilizzataper i disturbi gastrointestinali, come coliche, crampi e diarrea, disturbi delle vie respiratorie, come asma e bronchite, e delle vie urinarie, come la cistite o le infezioni della vescica e della prostata, per alleviarne eventuali infiammazioni.

I naturopati sono soliti consigliare la borragine per regolare il metabolismo e il sistema ormonale, utilizzandone soprattutto i caratteristici fiori blu in infusione.

In antichità si pensava che la borragine fosse un ottimo rimedio contro la malinconia e la tristezza e lo sciroppo a base dei suoi fiori fosse in grado di rendere le donne felici, scacciandone i dispiaceri.

Il consumo delle foglie crude in grande quantità è però sconsigliato a causa della presenza di sostante epatotossiche e quindi dannose per il fegato.

Il Ministero della Sanità italiano ha emesso un decreto nel quale stabilisce che tutte le parti della borragine non sono ammesse come estratti nella preparazione di integratori alimentari.

#ConteMascetti

Fonte erbediaphrodite.com

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: