Il Kuzu: la radice miracolosa. Riduce la dipendenza da alcol e nicotina, svolge un’azione alcalinizzante, gastroprotettore naturale

Il kuzu è una pianta rampicante originaria del Giappone, molto longeva, che può vivere fino a 100 anni.  E’ utilizzato da molti secoli come rimedio naturale per la cura di diverse patologie. Dalle radici di kuzu si estrae l’amido da cui si realizza la fecola, che possiede un elevato contenuto di isoflavoni, in particolare genisteina, agente antileucemico, e di daidzeina, molecola che agisce contro il cancro e contro le infiammazioni.

Proprieta’ e benefici del kuzu:

    • Azione disintossicante: ottimo per chi desidera smettere di fumare, riduce drasticamente i sintomi della dipendenza da alcool e nicotina. Gli studi condotti presso le Università del North Carolina e di Harvard hanno dimostrato che oltre a non presentare alcuni effetti collaterali rilevanti, il Kuzu, per mezzo degli isoflavoni, agisce sui neurotrasmettitori come la serotonina, stimolando la produzione di dopamina sostituendosi a droghe, tabacco, alcool, compensando così il piacere che si prova dopo la loro assunzione;
    • Azione alcalinizzante: la fecola, inoltre, esercita anche una notevole azione alcalinizzante in grado di prevenire l’acidosi a livello di sangue e succhi gastrici. Non solo, la fecola è ricca di sali minerali, come ferro, calcio e fosforo;
    • Gastroprotettore naturale: indicato per la prevenzione di infiammazioni a carico dell’apparato digerente, in quanto rafforza e regola il processo digestivo. Grazie al suo contenuto di isoflavoni, come la daidzeina e puerarina, agisce sia nel caso di costipazione e diarrea che nel rigenerare la flora intestinale, esercita inoltre effetti antimicrobici e antinfiammatori.
    • In presenza di febbre: aiuta a ridurre la febbre, migliorando i sintomi associati quali raffreddori, stati influenzali, bronchite e tosse;
    • Allevia i mal di testa: presenta un’interessante efficacia in caso di emicrania ed è utile anche per le vertigini;
    • Rivitalizza l’organismo: riduce la stanchezza cronica essendo un tonificante naturale, aumenta la resistenza fisica e mentale;
    • Rafforza la mucosa delle vie respiratorie;
    • Aiuta ad alcalinizzare il sangue.

Uso e controindicazioni

Il kuzu se assunto nelle dosi consigliate non è tossico. È comunque sempre bene consigliare il proprio erborista di fiducia per le dosi e il medico per conoscere eventuali interazioni con altri farmaci. Il kuzu è sconsigliato durante la gravidanza e l’allattamento.

Fonte Naturopedia.it

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: