Julian Assange: in Catalogna è iniziata la Prima Guerra Mondiale di Internet

Il fondatore del sito WikiLeaks, Julian Assange, ha definito il referendum per l’indipendenza della Catalogna la prima guerra mondiale di internet sul suo microblog di Twitter.

Assange ha detto che i cittadini e il governo provinciale utilizzano internet per l’organizzazione del referendum e l’intelligence spagnola compie attacchi informatici, congela le reti di telecomunicazione, occupa gli edifici per le comunicazioni, censura centinaia di siti web e protocolli internet.

Secondo il fondatore di WikiLeaks, ciò che sta accadendo in Catalogna è il più grande conflitto tra popolo e Stato in Occidente dopo la caduta del muro di Berlino.

“Invito tutti i nostri sostenitori, ovunque, anche tra i professionisti, ad aiutare a smascherare e battere la guardia Civil e l’intelligence nazionale del centro, che censurano illegalmente la stampa, elettori e governo della Catalogna” ha concluso Assange.

Le autorità della Catalogna hanno intenzione di condurre il referendum per l’indipendenza il 1 ° ottobre, ma esso non è riconosciuto da Madrid. La Corte Costituzionale spagnola ha sospeso tutti i documenti per la procedura di voto adottate dal Parlamento catalano, definendo le sue azioni illegali.

 

Fonte Sputnik 

Loading...
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: