In Gran Bretagna disoccupazione al 4,6%. Mai così bassa dal 1975

In Gran Bretagna, nonostante le previsioni nefaste di molti esperti e commentatori, pare che l’effetto Brexit faccia miracoli per l’occupazione: mercoledì l’Ufficio nazionale di statistica ha infatti reso noto che il tasso di disoccupazione nei tre mesi da febbraio ad aprile è sceso al 4,6% rispetto al 5% di un anno prima; si tratta del livello più basso mai raggiunto nel Regno Unito dal 1975.

Nel periodo preso in considerazione risultano essere 1,53 milioni i disoccupati, 145.000 in meno di un anno prima. L’Ufficio di statistica nazionale ha anche informato che in tale periodo le retribuzioni medie sono salite del 2,1% in termini nominali, un dato poco al di sotto della crescita dell’inflazione. Insomma, nonostante l’incertezza politica sembra che il distacco dall’Ue faccia bene all’economia.

E allora Vi vogliamo ricordare le parole di Mario Monti

“La decisione di Cameron distrugge la paziente opera di tessitura di una generazione di europei” – aveva detto Monti nei giorni scorsi a proposito del referendum – “Non sono d’accordo con chi dice che questo referendum è una splendida forma di espressione democratica. Le dico di più.

Sono contento che la nostra Costituzione, quella vigente e quella che forse verrà, non prevede la consultazione popolare per la ratica dei Trattati internazionali”.

Poi ancora: “Le conseguenze del voto, indipendentemente dall’esito, sono pesanti per l’Unione stessa. Non dobbiamo illuderci; se anche il Regno Unito votasse per restare, ormai c’è un precedente.

Cosa succederebbe se altri Stati decidessero di intraprendere un cammino simile a quello britannico? Un qualche Paese dell’Est o altri. Che si dice loro? Siete piccoli, non potete chiedere queste cose?”.

Loading...

Fonte ilfastidioso

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: