Google sta registrando in silenzio tutto quello che dici – Ecco come sentirlo, cancellarlo e fermarlo

Sì ritorna a parlare di Google e della vostra privacy.

di Ninco Nanco

Grazie a una funzione del loro software di ricerca, Google potrebbe avere un valore annuo delle tue conversazioni registrate e potrai ascoltarle. La tua storia di cringe-worthy può essere ascoltata e vista insieme a un elenco di tutte le ricerche, nella tua pagina personale di Google.

La funzionalità è stata integrata nella funzione di ricerca di Google come mezzo per fornire risultati di ricerca accurati. Tuttavia, la precisione e la quantità di dati che Google memorizza è fredda.

La buona notizia è che puoi disattivarla ed eliminarla, e alla fine di questo articolo vi mostreremo come.

Come i rapporti the independent:

Le registrazioni possono funzionare come una sorta di diario che ti ricorda i vari luoghi e situazioni che hai con te e il tuo telefono. Ma è anche un ricordo di quante informazioni sono raccolte su di te e quanto intima queste informazioni possono essere.

Loading...

Vedrai di più se hai un telefono Android, che può essere attivato in qualsiasi momento semplicemente dicendo “OK, Google”. Ma potresti anche registrare su quei dispositivi con cui hai interagito con Google.

Tuttavia, anche se non si dispone di un telefono Android che conduce ricerche Google su iDevices, Google sta ancora ascoltando.

Quando si visita la pagina della tua storia personale che il gigante web ti offre, ti mostrerà ovunque Google abbia un record di accessi Internet .

Naturalmente, Google sostiene che queste informazioni non vengono mai utilizzate personalmente contro di te e sono fatti esclusivamente allo scopo di illuminare la tua esperienza sul web. Tuttavia, immaginate le implicazioni minacciose se queste informazioni si utilizzerebbero contro di voi.

Google ora tratta in media oltre 40.000 query di ricerca ogni secondo, il che si traduce in oltre 3,5 miliardi di ricerche al giorno e 1,2 trilioni di ricerche ogni anno in tutto il mondo.

I dati di queste ricerche vengono quindi memorizzati su ciascun individuo che li conduce. Utilizzando questi dati o il risultato di direzione in una direzione particolare, il behemoth internet potrebbe influenzare efficacemente l’intero mondo. Oltre all’influenza, Google potrebbe prevedere il futuro in base alle tendenze.

Gran parte di questa cronologia di ricerca è legata ai dati di posizione recuperati dal dispositivo utilizzato per condurre la query. Così, non solo il motore di ricerca dispone di informazioni su ciò che sono i tuoi interessi, ma offre interessi specifici in base a dove sei in un determinato momento.

Ora per le buone notizie – puoi spegnere tutto questo. Basta aprire i link inseriti qui sotto nel testo (in blu) per accedere a ognuna di queste funzioni.

Loading...

Puoi iniziare questo viaggio di apertura degli occhi accedendo alla pagina della storia di Google e guardando la lunga lista di registrazioni. La società ha una pagina audio specifica così come il loro  record di dove sei stato su Internet.

Google inoltre salva tutti i tuoi movimenti, ne abbiamo già parlato in un articolo. Basta cliccare su questo link per vedere la cronologia dei vostri movimenti  (se registrati a Google) qui:
 https://maps.google.com/locationhistory/b/0

Se non hai mai disattivato la funzionalità, vedrai un elenco di registrazioni audio, anche alcune effettuate all’esterno dell’app Google, nonché una trascrizione dell’audio che Google ha convertito in testo.

Quello che ti consigliamo, passato il panico ascoltando o scorrendo le registrazioni creepy di Google della tua cronologia di ricerca, è eliminarle tutte e disattivare le funzioni.

The independent spiega come farlo:

Per eliminare i particolari file, è possibile fare clic sulla casella di controllo a sinistra e quindi tornare alla parte superiore della pagina e selezionare “eliminare”. Per sbarazzarsi di tutto, è possibile premere il pulsante “Altro”, selezionare “Elimina opzioni” e poi “Avanzate” .

Il modo più semplice per impedire a Google di registrare tutto è quello di disattivare l’assistente virtuale e non utilizzare mai la ricerca vocale. 

Ora che sai che questo esiste, smettila di consegnare volontariamente i tuoi dati a parti ignote e condividi questo articolo con i tuoi amici e familiari per mostrarli come fermarlo.

loading...

3 pensieri riguardo “Google sta registrando in silenzio tutto quello che dici – Ecco come sentirlo, cancellarlo e fermarlo

  • agosto 10, 2017 in 8:30 am
    Permalink

    Salve , anche se sono contrario a questo tipo di controllo da parte di Google, in questo momento per esigenze importanti e personali avrei bisogno di sapere ed eventualmente accedere ad aventuali registrazioni vocali (possibilmente conversazioni telefoniche) intrecciate ai miei spostamenti (google map) risalenti all’anno 2010.
    Sulle impostazioni di goggle privacy , come audio ho trovato solo le ricerche effettuate con la funzionalita` vocale. E poi se possibile vorrei cortesemente sapere se l’abbinamento delle mie registrazioni audio con i dati relativi alla mia geolocalizzazione , possono avere valore probatorio (legale) per stabilire la mia esatta posizione in un determinato momento(identificato nelle registrazioni)

    Ringrazio anticipatamente tutto il blog , il relatore dell’interessante articolo e tutti coloro che forniranno un cortese riscontro.
    Saluti
    Vincenzo.

    Risposta
    • agosto 11, 2017 in 12:40 pm
      Permalink

      Le registrazioni vocali di cui parla l’articolo sono le frasi/parole dette quando si attiva “ok google” e/o la ricerca vocale quindi non saranno mai presenti conversazioni. Riguardo alla geolocalizzazione oltre che NON precisa in alcuni casi non dimostra che tu eri in quel posto ma solo che un dispositivo dotato di gps con l’accesso al tuo account era li (di sicuro era li il tuo telefono ma non posso dire che anche tu fossi li)

      Risposta
  • agosto 11, 2017 in 10:01 am
    Permalink

    Fintanto che ci saranno “polli” che abboccheranno alle diverse richieste come “abilita la tua location GPS”, che useranno il microfono (sai che fatica a scrivere) e che non saranno un po’ più “malfidenti” verso queste tecnologie invasive della privacy … non c’è da stupirsi se GOOGLE ne approfitti.
    Ciao a tutti

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: