Formigoni condannato: “Nessuna attenuante: è spregiudicato. Corrotto con almeno 6 milioni di euro”

E’ stato condannato a sei anni di reclusione per corruzione per il caso Maugeri, con beni confiscati per 6,6 milioni di euro. Senza attenuanti perché, come spiegano i giudici del Tirbunale di Milano, nel corso del processo a carico di Roberto Formigoni sono emersi “gravi fatti posti in essere dalla più alta carica politica della Regione Lombardia per un lungo periodo di tempo, con particolare pervicacia”, con “palese abuso delle sue funzioni” e “in modo particolarmente callido e spregiudicato, per fini marcatamente di lucro e con grave danno per la Regione”.

TANGENTI IN VIAGGI DI LUSSO
Nel novembre 2011, nelle mani della procura finisce Pierangelo Daccò. Considerato il “facilitatore”, Daccò è accusato di aver incassato consulenze fittizie – per un totale di oltre 70 milioni – da strutture convenzionate come il San Raffaele e la Fondazione Maugeri, in parte girate sotto forma di “utilità” all’allora governatore lombardo che poteva partecipare a crociere ai Caraibi e usufruire di barche e motoscafi e ville in Sardegna senza sborsare un centesimo. Per questa accusa il plurigovernatore è stato condannato a sei anni in primo grado. Una volta arrestato Daccò, però, il vizio – sempre secondo la procura – l’esponente di Cl non lo avrebbe proprio perso. Anzi.

RESORT IN SUDAFRICA
La procura riesce infatti a ricostruire che Formigoni nel 2012 viene ospitato in resort di lusso in Sudafrica o in barca in Croazia. Anche in questo caso, è scritto nella nuova inchiesta, le quote sarebbero state pagate non da lui ma da Guarischi. Un pacchetto all inclusive, visto che Formigoni veniva prelevato da un’auto privata e accompagnato agli aeroporti per le partenze, dove trovava un biglietto di prima classe pronto per trasportarlo alla meta prestabilita. Il costo complessivo del viaggio in Sudafrica, tra il 27 dicembre e il 3 gennaio 2012, fu di 55mila euro. “Guarischi – è scritto nelle carte dell’inchiesta – sosteneva anche la spesa della quota da 7mila euro spettante al governatore”. Per i viaggi in Croazia tra il 23 e il 30 giugno 2012 e il 28 agosto e l’8 settembre dello stesso anno, l’esborso a carico di Guarischi sarebbe stato rispettivamente di “11.900 e 17.900 euro”.

Ma….

A che scopo perseguire l’ex governatore essendo poi impossibile recuperare il dovuto? Formigoni, il furbacchione infatti, dispone solamente di beni non pignorabili, pertanto è praticamente impossibile recuperare qualcosa. Dove sono finiti i soldi che Formigoni ha intascato? Ora chi se li gode?.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: