Fondi Lega, Umberto Bossi condannato a due anni di carcere

Il fondatore della Lega Nord Umberto Bossi è stato condannato a 2 anni e 3 mesi di carcere nel processo su presunte irregolarità nell’utilizzo di fondi pubblici da parte del movimento politico.

Fondi Lega, Umberto Bossi condannato a due anni di carcere

Anche il figlio Renzo Bossi è stato condannato a 1 anno e 6 mesi, due anni e sei mesi per l’ex tesoriere Francesco Belsito.

L’accusa, per tutti gli imputati, è appropriazione indebita.  Il giudice monocratico Maria Luisa Balzarotti ha accolto in toto le richieste di condanna della Procura, pur assolvendo gli imputati per alcuni episodi e dichiarando la prescrizione per altri. Ha inoltre condannato Umberto Bossi a una multa di 800 euro, Renzo di 500 e Belsito di 900. Le motivazioni saranno depositate entro 90 giorni.

Riccardo Bossi, l’altro figlio del Senatur, era invece già stato condannato a 1 anno e 8 mesi con giudizio abbreviato.

 

“The Family”, il processo

Il processo milanese è stato ribattezzato “The Family” dal nome della cartelletta sequestrata in fase di indagini a Belsito. Una cartella dove erano annotate tutte le spese sostenute da Bossi e dai suoi familiari e pagate con fondi della Lega Nord: si va da auto di grossa cilindrata a capi d’abbigliamento griffati, dai lavori di ristrutturazione nelle case di Gemonio e Roma al pagamento di multe e contravvenzioni per ripetute violazioni del codice della strada.

Tra le altre “spese pazze” che secondo l’accusa sarebbero state pagate con soldi provenienti dalle casse del Carroccio, anche l’acquisto del famoso diploma di laurea in Economia conseguito dal “Trota” in Albania, all’Università Kristal di Tirana, costato da solo 77 mila euro.

 

Fonte today.it

 

 

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: