Crisi povertà ed estremismi mentre l’elite prepara l’eliminazione dei dissidenti

di  Elena Quidello

IN ITALIA LA CRISI GENERA POVERTA’ ED ESTREMISMI. MA NEL RESTO DEL MONDO REGNA IL SOSPETTO, LA DIFFIDENZA E L’ODIO VERSO GLI “ESTREMISMI” DEGLI USA

Sono pochi i paesi nel mondo che credono ancora negli ideali e nei valori sbandierati per un paio di secoli dai patrioti statunitensi che per salvare i popoli dalle dittature imbracciavano le armi per “liberare” i popoli oppressi in Asia come in Africa e in Europa e portare loro la “democrazia”.

Oggi l’informazione che corre sul web e la conoscenza della storia narrata a più voci rende giustizia di fatti esecrabili commessi a danno di interi popoli improvvisamente caduti nelle trappole dei potenti . Per questo chi detiene il potere assoluto nel mondo sta correndo ai ripari e per evitare che la gente comune possa impadronirsi finalmente di se stesso trovando la forza per reagire alle ingiustizie e alle malefatte del potere, così accade che i detentori del potere oggi ordinano di legiferare contro la libertà di parola sul web.

Il nostro ossequioso premier Gentiloni , in tandem con il presidente francese E Macron che ha chiuso diversi siti tra cui quello di un importante economista, Jacques Sapir, ( lo scrive Blondet nel suo blog) colpevole di aver smontato i falsi miti della moneta unica e di non essersi allineato all’establishment, si è affrettato ad ubbidire e ha proposto un disegno di legge che impone la sorveglianza di massa sul web. La notizia data in maniera preoccupante nel blog di Maurizio Blondet il 10 ott. 2017 , rivela con quanta ostinata ubbidienza il nostro paese stia eseguendo gli ordini consegnando nelle mani ‘esterne’ la nostra democrazia che scivola paurosamente verso una dittatura senza ritorno.

Lo Stato -scrive Blondet – monitorerà per 6 anni tutta l’ attività degli italiani sul web incluse le chat, e censurerà i siti scomodi con il pretesto di violazione del copyright. L’articolo di M. Blondet : ‘Si Serra La Dittatura Dem….”  ’appare come un disperato appello agli italiani perché si mobilitino contro questa forma di dittatura mediatica, e sebbene in 100mila abbiano letto l’articolo in pochi giorni , i cittadini italiani pare non abbiano compreso il pericolo che incombe sulle loro teste. Probabilmente perché per ovvie ragioni , la notizia non è stata amplificata dai continui notiziari televisivi nè dai talk-show. Lo scopo evidente è quello di impedire, a livello internazionale, la libertà di espressione soprattutto a quei cittadini che considerano la libertà di parola come un impegno sociale, spiriti veramente liberi, che sentono e credono che la parola sia il mezzo più efficace per contrastare, denunciare e persino difendere la democrazia contro ogni tentativo di tirannia. La dittatura mascherata che oggi subdolamente si presenta sotto vesti buoniste mascherando il vero bene, la libertà di espressione come un pericolo; in realtà questo è un attentato non solo alla libertà della parola ma anche un attentato alla vita stessa di chi la parola la usa per contestare iniziative politiche intraprese contro il popolo dichiarandosi ,rischiosamente, in disaccordo con gli obiettivi dell’establishment.

Che anche in Nordamerica ci sia poca democrazia non è una novità, come ne scrive ampiamente il giornalista Stephen Lendman nell’articolo : ‘ Democracy in America Is Pure Fantasy: Stephen Lendman’ Terrorism, US NATO War Agenda (….Gli attentati dell’11 settembre hanno cambiato il corso dell’umanità, …… hanno trasformato il mondo in un luogo di paura e di odio, in quanto gli Stati Uniti diffondono le basi militari in tutto il mondo, avendone 737 e più di 2.500.000 persone americane che vi lavorano in tutto il pianeta…).

Loading...

La verità è che gli Usa sono in crisi e per zittire il mondo devono ricorrere a forme di autoritarismi efficaciquali possono essere appunto norme che contrastino la diffusione della parola libera di criticare e contestare ciò che è contro gli interessi dei popoli sovrani’. Dunque l’Elite finanziaria è altrettanto inquieta per le modalità con cui i piani programmati in Siria sono saltati in aria dall’intervento russo che ha scompigliato le iniziative belliche in loco svelando al mondo la verità sull’Isis dei quali hanno filmato gli incontri con le truppe e i mezzi Usa nelle zone di guerra.

La disfatta inaspettata della guerra siriana e la probabile perdita dell’alleato strategico turco per aver questi intrapreso la sconsiderata politica interna tipicamente islamista; l’incertezza sulle azioni da intraprendere per ammansire l’Iran bloccando le sue mire nucleari ed eventualmente imporle un cambio di governo, magari ‘democratico’ come quello dell’Elite Usa che sta opprimendo i cittadini americani al punto che anche i meno nobili di cuore riscoprono il patriottismo costituendo un esercito virtuale silenzioso di resistenza ai cambiamenti di costume, cultura e religione imposti allo stesso popolo americano, tutto questo crea instabilità anche nei paesi europei , comodi alleati per le basi militari strategiche .

L’elite USA appare infatti stressata, dalla minaccia reale della Corea del nord e dall’incertezza sulla giusta strategia da intraprendere per ridurre lo strapotere economico della Cina ; preoccupata per gli esiti della sanguinaria guerra nello Yemen dove l’Arabia saudita bombarda indiscriminatamente civili e combattenti innalzando il numero delle stragi e dei massacri magari con le nuove armi di precisione acquistate di recente dal potente alleato , gli Usa potrebbero non reggere tutte queste tensioni che concorrono a rendere ‘ l’Elite ‘ psicologicamente più spietata nel voler eliminare quei paesi che non ruotano nella sua sfera di obbedienza.

Quando l’acqua bolle nella pentola oltre il limite massimo fa sollevare il coperchio e ‘l’ira funesta’ potrebbe eruttare piccole bombe nucleari da disseminare contemporaneamente in quelle zone di mondo i cui stati definiti ‘canaglia’ devono soccombere.

Anche lo ‘ status quo’ dell’Europa non ancora del tutto omogenea nell’obbedienza, preoccupa l’Elite finanziaria dalla cui moneta dipendono gli investimenti per la guerra globale nel mondo . (vedi articolo su Global Research Senate Approves Massive Funding for Endless US Wars of Aggression Sep 21, 2017. Il gruppo Visegrad che rifiuta di accettare le quote dei migranti come imposto dal Parlamento Europeo rappresenta un problema. Si sta infatti, legiferando in tutta fretta per disciplinare anche questa forzata distribuzione. L’Italia preoccupa ancor più gli Usa con i suoi rigurgiti estremisti che come la stessa parola insegna, è l’atto finale di una risposta esasperata al troppo soffrire della mente che pensa e dell’anima che soffre per le ingiustizie sociali erroneamente attribuite all’immigrazione che purtroppo viene inconsapevolmente colpevolizzata causa mancanza di verità da parte dei governi europei.

Di Maio negli USA

Insomma gli Usa, a cui non interessa quale classe politica stia al potere purchè stia dalla loro parte, di fronte al crescente avanzamento di quel gruppo di ‘giovani scapigliati’ , che pur sembrano fare sul serio, abbandonano la sinistra perdente e invitano Di Maio, dei 5 Stelle negli USA per assicurarsi che in caso di vittoria elettorale rispetteranno l’alleanza , la Nato ed eventualmente le guerre che intraprenderanno . Rincuorati dalle parole di Di Maio il cui movimento – come racconta lo stesso Di Maio – non è isolazionista , né filorusso ma che intende rispettare le relazioni con la Russia che è un interlocutore storico dell’Italia, che non intende mettere in discussione la Nato ma solo i trattati economici che hanno bloccato l’Italia nei suoi investimenti, gli Usa proseguiranno, più sollevati, la loro politica guerrafondaia e la segreta alleanza con ‘gli impronunciabili’ che continuano le stragi come quella terrificante nella Moschea del Sinai con 300 morti e centinaia di feriti …( un esempio per capire: Selected Articles: 9/11: Do You Still Believe that Al Qaeda Masterminded the Attacks?Sep 13, 2017. ( Global Research).

Gli Usa governati dalla ‘Cabala’, (altra denominazione della Elite data dalla resistenza americana), continueranno ad accrescere odio nel mondo con la loro strategia di riduzione demografica mondiale tramite le guerre, i vaccini , i complotti, l’eutanasia, l’eliminazione di politici che perseguono la pace nel rispetto della vita umana, le pianificazioni segrete di stragi all’interno del loro stesso paese ( vedi verità strage a Las vegas)… etcc.

In pratica continuano a metter in atto tutte le azioni estreme che, diversamente dagli estremismi italiani , fanno inorridire quel Dio che ci governa e ci illumina il quale a tempo debito renderà giustizia di tutte le malefatte che gli uomini commettono ora e forse sempre.

Loading...

Elena Quidello

P.S. L’opinione dell’autore può non coincidere con la posizione della redazione.

via Controinformazione

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: