Cina: Il conto alla rovescia per la guerra con l’India è iniziato ?

Il rapporto tra India e Cina sembra peggiorare, il ministero degli Esteri cinese mercoledì dichiarato che 53 persone e un bulldozer indiano erano ancora nel territorio della Cina, quando avevano consigliato all’India di ritirarli. Questo ha seguito a un avviso sull’editoriale della China Daily dove ha dichiarato che il “conto alla rovescia per uno scontro tra le due forze è iniziato”.

“L’India dovrebbe ritirare le truppe e le attrezzature. Indipendentemente da quante truppe indiane sono state trovate in territorio cinese, hanno gravemente violato la sovranità cinese “, ha dichiarato il ministero, riferito dal Global Times.

L’editoriale China Daily ha affermato che uno scontro sarebbe “una conclusione inevitabile” tra i due importanti paesi asiatici se l’India abbandonasse le sue truppe dalla controversa regione Doklam.

L’articolo si riferisce a un confine tra i due paesi che continua ad alimentare il fuoco da oltre due mesi. La controversia ha avuto inizio quando l’India si oppose al piano della Cina di estendere una strada di confine attraverso un altopiano contestato: il Bhutan dice fa parte della sua regione Doklam e la Cina rivendica come parte della sua regione Donglang.

India e Bhutan hanno mantenuto storicamente relazioni forti. L’esercito indiano è coinvolto nella formazione dell’esercito reale del Bhutan, mentre il Bhutan collabora strettamente con l’India nel determinare la sua politica estera. L’India ha espresso la preoccupazione che la strada, se completata, renderebbe più agevole la Cina per accedere agli stati nordorientali dell’India. In caso di conflitto, l’India teme che ciò avrebbe aiutato la Cina a tagliare il suo nord-est dal resto del paese, ha riferito la BBC.

L’editoriale di martedì ha affermato che mentre Pechino aveva tentato di continuare a evitare i conflitti e avvertito l’India in diverse occasioni, l’India si è astenuta dal ritiro delle sue truppe. “Chiunque abbia gli occhi per vedere e le orecchie per ascoltare avrà il messaggio. Tuttavia, New Delhi rifiuta di ritiirare le sue truppe” ha dichiarato.

Loading...

Secondo il quotidiano , un portavoce del Ministero della Difesa cinese ha avvertito l’India a non sottovalutare l’esercito cinese e che c’era una “linea di fondo” per la restrizione che la Cina aveva mostrato. Ha aggiunto che “l’audacia dell’India” per sfidare la Cina potrebbe provenire dal fatto che l’India soffriva di un senso di insicurezza e di inferiorità di fronte alla crescente prominenza della Cina nella regione.

Mentre la Cina ha avvertito l’India sulle conseguenze per non ritirare il suo esercito, l’India non sembra avere un reale appoggio. Parlando al parlamento dell’India mercoledì, il ministro della Difesa Arun Jaitley ha dichiarato che il paese è pronto a rispondere a qualsiasi sfida. Riferendosi alla guerra avvenuta nel 1962 tra i due paesi, che l’India ha perso, Jaitley ha dichiarato che il paese aveva imparato molte lezioni da esso.

“Alcune persone mirano alla sovranità e all’integrità del nostro Paese. Ma sono pienamente sicuro che i nostri coraggiosi soldati hanno la capacità di mantenere il nostro Paese sicuro, sia che la sfida sia sul confine orientale che sul confine occidentale “, ha detto, secondo i rapporti .

La Cina e l’India condividono un confine che si estende a 2.174 miglia. Dopo la guerra nel 1962, le controversie in settori come Aksai Chin, Depsang Plains e alcune zone dello stato indiano nord-orientale di Arunachal Pradesh, sono rimaste irrisolte.

Il leader spirituale del Tibet, il Dalai Lama, che risiede in India, è stato anche un punto di incontro tra i due paesi. Parlando sulla questione il Dalai Lama ha sottolineato che i i dialoghi sono l’unica soluzione. “Non credo sia molto grave. L’India e la Cina devono vivere fianco a fianco “. Ha detto, secondo i rapporti.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: