Ecco da dove arriva il pesce che mettiamo in tavola

Ecco cosa è saltato fuori dal servizio della trasmissione “La Gabbia” sul pesce che acquistiamo al supermercato. Ci sono mazzancolle allevate in Vietnam,oppure il filetto di orata allevate in Turchia, cuore di nasello sudafricano e tanto altro, il tutto si vede nel servizio sotto postato.

Addirittura nel “cacciucco tipico livornese” c’è un mix di pesci provenienti da dai paesi poveri di tutto il mondo, li dove la manodopera costa pochissimo, e riescono a mantenere bassi i prezzi. Qui il video del servizio:

Le imprese in Vietnam iniettano sostanze ai gamberetti da esportazione per aumentarne il peso

Un consumatore poco attento non si accorge della frode, i gamberi  vengono riempiti con CMC che aggiungono insieme a gelatina e glucosio.

Non è una bufala, ci sono industrie alimentari in Vietnam che rimpinzano i gamberi con la CMC (Carbossimetilcellulosa). Questa pratica sembra che non sia nociva per la salute ma rientra nel campo delle frodi al consumatore se viene eseguita su prodotti freschi, venduti come tali. Se il prodotto è stato lavorato non è più frode, a patto che la CMC sia dichiarata negli ingredienti secondo le modalità previste dalle leggi vigenti. Se non volete comprare gamberi provenienti dal Vietnam basta evitare la zona di provenienza del Pacifico Occidentale Centrale etichettata con il codice “FAO 71”.

Ecco come gonfiano i gamberi. Guarda il video:

Loading...
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: