Anziani costretti a rovistare tra i rifiuti per mangiare. Venezuela? No, Italia!

L’Impero ordina e i bravi soldatini eseguono. Così anche sul Venezuela la politica italiana si è subito allineata alla posizioni di Washington con i vari Gentiloni, Renzi, Alfano, Casini e tutta una pletora di seconde linee in cerca d’autore a strepitare contro il ‘dittatore’ Maduro che oltre ad attuare una feroce repressione avrebbe ridotto il popolo venezuelano alla fame.

 

Adesso guardiamo questo video:

Alcune donne anziane sono costrette dalla fame ha rovistare tra la spazzatura per procurarsi del cibo. Una barbarie. Siamo nella Caracas del tanto vituperato Maduro? No, siamo in Italia. Un paese ridotto alla fame dalle scellerate e criminali politiche neoliberiste implementate da quegli stesso uomini politici che adesso strepitano indignati contro il Venezuela.

Scrive ‘Con El Mazo Dando’: «Mentre il mondo intero afferma che in Venezuela il popolo mangia dalla spazzatura perché affamato dal Governo Bolivarianao, nessun paese si è pronunciato su questi cittadini italiani costretti a nutrirsi attraverso alimenti destinati alla discarica.

Utenti Twitter hanno pubblicato questo video girato in Italia, dove quattro anziane cercando all’interno di un camion della spazzatura, qualcosa che le permetta di nutrirsi.

L’immorale paese europeo osa intromettersi negli affari interni del Venezuela, mentre costringe gli anziani a cercare cibo tra i rifiuti per nutrirsi. Dovrebbero imparare dal paese che tanto criticano o quantomeno copiare la Gran Misión en Amor Mayor, destinata a compensare il lavoro svolto da chi giunto alla terza età non aveva raggiunto i requisiti per la pensione dell’Instituto Venezolano de los Seguros Sociales (Ivss).

Nonostante tutti i blocchi economici e gli attacchi internazionali che ha ricevuto, lo stato bolivariano non ha mai cessato di servire il popolo attraverso diversi programmi sociali come la Misión Hijos de Venezuela, Hogares de la Patria, Madres del Barrio, Gran Misión Vivienda Venezuela, Barrio Nuevo Barrio Tricolor, creati per il benessere e la felicità dei boliviani».

 

Fonte L’Antidiplomatico

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: