I 10 false flag nel corso della storia che hanno modellato il nostro mondo

Da Nerone  all’11 settembre , via Pearl Harbor e l’incidente del Golfo di Tonkin … Joe Crubaugh fornisce una “hit di tutti i tempi” di operazioni false flag, per cui si ripete uno scenario … mentre il mondo continua a cadere per la stessa menzogna.

Le operazioni di flag flag più diffuse sono costituite da un’agenzia governativa che mette in atto un attacco terroristico, per cui un soggetto non implicato viene incolpato per la carneficina. Come almeno due millenni hanno dimostrato, le operazioni di flag flag, con dosi di propaganda e ignoranza, hanno fornito una grande ricetta per la guerra infinita. In “La guerra è una racchetta”, il caporale Maggiore Smedley Butler, che ha ricevuto la Medaglia di onore due volte, ha scritto: “Ho passato 33 anni e quattro mesi in servizio militare attivo e durante quel periodo ho trascorso la maggior parte del mio tempo a lavorare non per la mia gente ma  per il grosso business, per Wall Street e per i banchieri . In breve, ero un racketeer, un gangster al servizio del capitalismo.

Ho contribuito a rendere sicuro il Messico e soprattutto Tampico per gli interessi petroliferi americani nel 1914. Ho contribuito a rendere Haiti e Cuba un posto decente per i ragazzi della National City Bank per raccogliere entrate. Ho contribuito alla violenza di una mezza dozzina di repubbliche centrali americane per il beneficio Di Wall Street. Ho aiutato a purificare il Nicaragua per la Banca internazionale di Brown Brothers nel 1902-1912.

Ho portato alla Repubblica Dominicana gli interessi dello zucchero americano nel 1916. Ho contribuito a rendere l’Honduras giusta per le aziende americane di frutta nel 1903. In Cina nel 1927 ho aiutato la Standard Oil a percorrere la sua strada senza rischi. ” Avete mai sentito parlare di queste operazioni?

1. NERONE, CRISTIANI, E IL GRANDE FUOCO DI ROMA

Roma, la notte del 19 luglio 64 D.C. il Grande Fuoco scoppiò attraverso i tetti dei negozi nei pressi del Circus Maximus. Le fiamme, alimentate da un forte vento, rapirono rapidamente aree densamente popolate della città. Dopo cinque giorni di combustione incontrollata, quattro dei 14 distretti romani furono completamente bruciati e altri sette furono gravemente danneggiati. Non era un segreto che Nerone volesse costruire una serie di palazzi che intendeva chiamare “Neropolis”. Ma la posizione prevista era in città e per costruire Neropolis, un terzo di Roma doveva essere abbattuto. Il Senato ha rifiutato l’idea. Poi, coincidenze, il fuoco ha cancellato l’immobili a favore della costruzione di Neropolis.

Nonostante l’ovvio vantaggio, c’è ancora una buona probabilità che Nerone non abbia avviato il fuoco. Fino a un centinaio di piccoli fuochi bruciavano regolarmente a Roma ogni giorno. Oltre a questo, il fuoco ha distrutto il palazzo di Nerone e sembra che lui stesso abbia fatto di tutto per impedire il fuoco. Fonti del giorno dicono che quando Nerone sentì parlare del fuoco, si precipitò da Antium per organizzare uno sforzo di soccorso, utilizzando i propri soldi. Ha aperto i suoi palazzi per i senzatetto e ha fornito cibo ai sopravvissuti. Ma, anche se ha messo in atto regole per assicurare una ricostruzione più sicura, ha anche dato un enorme tracciato di proprietà della città con l’intenzione di costruire il suo nuovo palazzo. _La gente sapeva dei piani di Neroneper Neropolis.

Mentre i suoi numeri di sondaggio erano scesi, l’amministrazione di Nerone ha reso conto della necessità di impiegare la False Flag 101: Quando succede qualcosa – qualsiasi cosa – cattiva, anche se è accidentale, puntare il dito al tuo nemico. In fondo, c’era un nuovo culto religioso. Il culto era impopolare perché i suoi seguaci rifiutarono di adorare l’imperatore, denunciarono possedimenti, e parlavano sempre della distruzione di Roma e della fine del mondo. Ancora più fortunatamente per Nerone, due dei maggiori leader del culto, Pietro e Paolo, erano attualmente in città. Nerone diffuse la parola che i cristiani avevano acceso il Grande Fuoco. I cittadini di Roma acquistarono il loro gancio, la linea e la piega. Pietro fu crocifisso e Paolo decapitato. Centinaia di altri sostenitori del giovane culto sono stati dati in pasto ai leoni o macchiati di catrame e messi in fiamme e diventare vere e proprie lampade stradali umane.

Loading...

2. RICORDA IL MAINE, L’INFERNO CON LA SPAGNA

L’impero spagnolo è stato il primo impero veramente globale, raggiungendo la sua altezza territoriale alla fine del 1700. Nel 1898 la Spagna stava perdendo regolarmente territori. Anche Cuba stava diventando sempre più difficile da controllare e una piccola rivoluzione era comparsa. Questa non fu una notizia di benvenuto per gli Stati Uniti che avevano proprietà cubane di zucchero, tabacco e industria del ferro, per un valore di oltre 50 milioni di dollari (oggi circa 1,2 miliardi di dollari).

I media mainstream, poi dominati dai magnati di giornale Joseph Pulitzer e William Randolph Hearst, esageravano e realizzavano storie di terribili condizioni sotto la guida spagnola. Seguendo la vecchia formula, “Se sanguina, conduce”, i giornali pubblicarono storie su campi di morte spagnoli, cannibalismo spagnolo e tortura disumana. I giornali inviarono giornalisti a Cuba. Tuttavia, quando sono arrivati, hanno trovato una storia diversa. L’artista e il corrispondente Frederick Remington avevano scritto a Hearst: “Non c’è guerra”. La risposta famosa di Hearst:” Resta per rimanere. Fornisci le immagini, e fornirai la guerra”. Lo ha fatto. Il suo giornale, continuando a urlare su come la Cuba spagnola stava andando all’inferno, ha convinto dato gli interessi commerciali, gli Stati Uniti per esercitare pressioni sul presidente William McKinley contro la guerra per proteggere gli investimenti cubani. McKinley, in risposta, ha mandato la corazzata dell’Ussa di Maine al porto della Havana come una dimostrazione calmante della forza.

Tre settimane dopo l’arrivo, la notte del 15 febbraio 1898, l’USS Maine esplose, uccidendo 266 uomini. Ci sono due teorie per l’esplosione: alcuni ritengono che l’esplosione è stata causata da una miniera esterna che ha detonato le scorte di munizioni della nave. Altri dicono che è stato causato da un fuoco spontaneo che ha raggiunto le scorte di munizioni. Attualmente, le prove sembrano favorire la teoria della miniera esterna. Senza aspettare un’indagine, i media mainstream americani hanno accusato della tragedia la Spagna e hanno battuto i tamburi per la guerra. Entro aprile, McKinley ceduto alla pressione pubblica, firmò una risoluzione del Congresso dichiarando guerra alla Spagna. Per contribuire a pagare la guerra spagnola-americana, il congresso ha adottato una tassa “temporanea” del 3 per cento sulle bollette telefoniche a lunga distanza. Questo era essenzialmente una tassa sui ricchi, in quanto solo circa 1300 americani possedevano telefoni nel 1898.

La guerra spagnola-americana ha messo un grande chiodo sulla bara dell’impero globale della Spagna. E alla fine del 1898, gli Stati Uniti, fondati in opposizione all’imperialismo, si sono trovati in controllo non solo di Cuba, ma nelle Filippine, di Puerto Rico, di Guam e delle isole Hawaii.

3. L’INCIDENTE MANCHURIANO

Il crollo economico dopo l’approfondita e convincente quasi-obliterazione di Wall Street del 1929 ha colpito il Giappone particolarmente duro: le esportazioni sono diminuite, la disoccupazione è aumentata. Il Giappone, non ricco di risorse naturali, necessitava di petrolio e carbone per produrre macchine e beni da vendere in altri paesi. Manciuria, una provincia cinese, aveva la sua parte equa di petrolio e carbone. Dopo che il Giappone decise di invadere la Manciuria, avevano bisogno di un pretesto per giustificare l’invasione. Hanno scelto di creare un attacco false flag su una ferrovia vicina al Lago Liutiao … una grande area pianeggiante che non aveva valore militare né per giapponesi né per cinesi. Il motivo principale per cui il luogo è stato scelto era per la sua vicinanza (circa 800 metri di distanza) dalle truppe cinesi in stazione a Beidaying. La stampa giapponese ha etichettato il sito no-name della fiamma Liutiaogou, giapponese per “Liutiao Bridge”. Non c’era nessun ponte, ma il nome ha aiutato a convincere alcuni che il sabotaggio era un attacco strategico cinese. Il colonello Itagaki Seishiro e il tenente colonnello Kanji Ishiwara ordinarono agli ufficiali del Reggimento di Shimamoto di mettere una bomba sotto le tracce. La bomba originale non riuscì a esplodere e doveva essere trovato un rimpiazzo. Poi, alle 22.20, 18 settembre 1931, le tracce sono state soffiate. Sorprendentemente, l’esplosione era minore. Solo un lato della ferrovia fu danneggiato, e il danno è stato così leggero che un treno diretto a Shenyang passò pochi minuti dopo. Ma era una scusa sufficiente per invadere … Ma il nome ha aiutato a convincere alcuni che il sabotaggio era un attacco strategico cinese.

I giapponesi immediatamente hanno addebitato ai soldati cinesi la distruzione, poi invasero Manciuria. È stato installato un governo fantoccio conosciuto come Manchukuo. La Lega delle Nazioni ha indagato e in un rapporto del 1932 ha negato che l’invasione fosse un atto di difesa, come aveva pubblicizzato il Giappone. Ma invece di liberare la Manciuria, il Giappone ha deciso di liberare la Lega delle Nazioni, precursore delle Nazioni Unite.

Loading...

4. SEGRETI DEL FUOCO DEL REICHSTAG

Nel 1933, appena una settimana prima delle elezioni generali che avrebbero potuto mettere sufficienti nazisti in carica per fare il dictator defacto di Hitler, il Reichstag, che ospitava il parlamento dell’impero tedesco, fu messo in fiamme. Adolf Hitler disse a tutti che i terroristi comunisti iniziarono il fuoco. Il membro del partito di Hitler Hermann Göring dichiaró di avere prove segrete che sarebbero presto rese pubbliche; Queste proclamazioni furono fatte in cima a settimane di violenza organizzate da nazisti e destinate a frustrare il pubblico in una paura patologica dei comunisti.

Il giorno dopo, i nazisti hanno convinto un presidente senile von Hindenburg a firmare il decreto del Reichstag. Il decreto, usando la difesa contro il terrorismo come scusa, sospendeva quasi tutte le grandi libertà civili stabilite nella Costituzione di Weimar: habeus corpus (il diritto di sapere perché si sta mettendo in prigione)? Andato. Libertà di opinione? Andato. Libertà di stampa? Non più. Libertà di organizzazione e assemblaggio? Deportato. Il decreto del Reichstag ha anche permesso al governo di spiare le proprie mail e le conversazioni telefoniche dei propri cittadini senza un mandato … un precursore dell’ordine segreto del presidente George W. Bush nel 2002, che ordinava l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Per fare esattamente la stessa cosa. Cosa succede al fuoco? L’unica cosa che gli storici sembrano concordare è che Marinus van der Lubbe,

Nonostante il tentativo nazista di incolpare del fuoco su un gruppo di comunisti, i comunisti furono successivamente assolti dal governo nazista stesso. Dopo anni di indagine approfondita, la maggior parte degli storici crede che gli Hitleriti stessi fossero sparati al Reichstag usando van der Lubbe come loro patsy: sapevano che un dado stava per tentare di bruciare l’edificio e non solo lo avevano fatto, ma Avrebbe potuto amicolarlo, incoraggiarlo e anche aiutare il fuoco diffuso spargendo benzina e incendiarie. La maggior parte dei tedeschi, sentendosi sicura dal terrorismo, non si dispiaceva che la loro libertà e libertà fosse stata rubata o che tanta vita e lavoro Era diventato così strettamente controllato. Al contrario, si sentivano molto entusiasti e patriottici per il nuovo governo perché ignorarmente credevano che il nuovo governo si preoccupasse di loro.

5. LA FAKE INVASION A GLEIWITZ

Nella tarda serata di giovedì 31 agosto 1939, gli operatori segreti tedeschi che fingono di essere terroristi polacchi hanno sequestrato la stazione radio di Gleiwitz nella regione di confine tedesca / polacca della Slesia. Il programma musicale della stazione si è fermato improvvisamente, seguito da voci frantiche tedesche che annunciano che le formazioni polacche stanno marciando verso la città. La Polonia è stata invasa dalla Germania! Poi, come una brutta imitazione della diffamata Guerra dei mondi dell’anno precedente, la trasmissione è andata a morte per un momento di silenzio drammatico. Presto, le onde d’aria sbucarono e riprese alla vita, e questa volta le voci polacche hanno invitato tutti i polacchi nella zona di trasmissione per prendere le armi e attaccare la Germania. In breve tempo le stazioni radiofoniche in tutta Europa hanno raccolto la storia. La BBC ha trasmesso questa dichiarazione: “Ci sono state segnalazioni di un attacco contro una stazione radio a Gleiwitz,

L’agenzia tedesca di notizie riferisce che l’attacco è arrivato alle 20:00 questa sera quando i polacchi hanno costretto la loro strada allo studio e hanno iniziato a trasmettere una dichiarazione in polacco. Nel quarto d’ora, dice i rapporti, i polacchi sono stati sopraffatti dalla polizia tedesca, che ha aperto il fuoco su di loro. Molti dei polacchi sono stati riportati uccisi, ma i numeri non sono ancora noti “. E così, Hitler inventò una scusa per invadere la Polonia, che fece il giorno successivo: il 1 settembre 1939. Fu iniziata la seconda guerra mondiale.

Cosa successe veramente? Alfred Helmut Naujocks ha ricevuto gli ordini da Heinrich Müller, capo del Gestapo, per mettere insieme l’attentato terroristico alla stazione di Gleiwitz. A disposizione di Naujock erano quelli che i tedeschi avevano codenato “beni in scatola”, che erano dissidenti e criminali tenuti vivi nei campi di detenzione finché il Gestapo non aveva bisogno di un corpo morto caldo. Per aggiungere cogency all’attacco di Gleiwitz, Naujocks ha portato un buon bene in scatola: Franciszek Honiok. Honiok, un tedesco della regione del Slesia, era un noto simpatizzante polacco. Prima di arrivare alla stazione, il Gestapo gli diede un’iniezione letale. Poi lo hanno vestito come un terrorista polacco e lo hanno portato davanti alla stazione radio. Naujocks dopo ha testimoniato che l’uomo era inconsapevole, ma non ancora morto, quando fu colpito da rotelle di pistola.

Il giorno successivo, dopo una lunga notte piena di terrore falso, Hitler ha espresso un discorso all’esercito tedesco, completo di rabbia sintetica: “Lo Stato polacco ha rifiutato la soluzione pacifica delle relazioni che ho desiderato e ha fatto appello alle armi. I tedeschi in Polonia sono perseguitati con il terrore sanguinante e spinti dalle loro case. Una serie di violazioni della frontiera, intollerabili a un grande Potere, dimostrano che la Polonia non è più disposta a rispettare la frontiera del Reich. Per mettere fine a questa follia, non ho altra scelta che incontrare forze con forza da ora in poi. L’esercito tedesco combatterà la battaglia per l’onore ei diritti vitali della rinascita della Germania con determinazione dura. Mi aspetto che ogni soldato, consapevole delle grandi tradizioni di eterni soldati tedeschi, Rimarrà sempre cosciente di essere un rappresentante della Germania nazionalsocialista. Vivere la nostra gente e il nostro Reich! “_ Se non fosse stato per le prove di Norimberga nel 1945, la vera storia dietro l’attacco Gleiwitz non sarebbe mai stata scoperta. Fu lì che il capo dell’operazione, Alfred Naujocks, versò i fagioli in un affidavito scritto.

6. IL MITO DI PEARL HARBOR

La domenica mattina, il 7 dicembre 1941, i giapponesi hanno lanciato un attacco a Pearl Harbor che ha decimato la flotta del Pacifico USA e ha costretto gli Stati Uniti ad entrare nella seconda guerra mondiale. Questo è ciò che la maggior parte di noi è stata insegnata come bambini scolastici … Ma, ad eccezione della data, tutto quello che hai appena letto è un mito. In realtà, non c’era nessun attacco. La flotta del Pacifico non era distrutta. Inoltre, gli Stati Uniti si sono impegnati a provocare l’assalto. Il 27 gennaio 1941, Joseph C. Grew, ambasciatore americano in Giappone, collegava Washington a sapere dell’attacco sorpresa che il Giappone stava preparando per Pearl Harbor . Il 24 settembre è stata decifrata una spedizione dall’intelligenza navale giapponese al console generale del Giappone a Honolulu.

La trasmissione era una richiesta per una griglia di posizioni esatte di navi a Pearl Harbor. Sorprendentemente, Washington ha scelto di non condividere queste informazioni con gli ufficiali di Pearl Harbor. Poi, il 26 novembre, il corpo principale della forza di sciopero giapponese (composto da sei vettori aerei, due corazzate, tre incrociatori, nove cacciatorpediniere, otto petroliere, 23 sottomarini di flotte e cinque sottomarini di mezzitoni) partirono Giappone per le Hawaii. Nonostante il mito Che la forza di sciopero mantenesse un rigoroso silenzio radio, l’intelligence navale statunitense intercettò e tradusse molte spedizioni. E, non c’era scarsità di spedizioni: Tokyo ha inviato più di 1000 trasmissioni alla flotta di attacco prima di raggiungere Hawaii. Alcuni di questi spedizioni, in particolare questo messaggio dell’ammiraglio Yamamoto, non hanno lasciato alcun dubbio che Pearl Harbor fosse l’obiettivo di un attacco giapponese: “La task force,

Il primo raid aereo è previsto per l’alba di x-day. Data esatta da dare all’ordine successivo. “_ Anche la notte prima dell’attacco, l’intelligence americana ha decodificato un messaggio che indica la domenica mattina come termine per una qualche azione giapponese. Il messaggio è stato consegnato all’alto comando di Washington più di quattro ore prima dell’attacco a Pearl Harbor. Ma, come molti messaggi prima, è stato trattenuto dai comandanti della Pearl Harbor. Anche se molte navi sono state danneggiate a Pearl Harbor, erano tutti vecchi e lenti. Gli obiettivi principali della flotta di attacco giapponese erano i vettori aerei della flotta del Pacifico, ma Roosevelt ha assicurato che questi siano al sicuro dall’attacco: nel mese di novembre, al tempo stesso che la flotta giapponese ha lasciato il Giappone, Roosevelt ha inviato la Lexington e l’Enterprise a mare. Nel frattempo, la Saratoga era a San Diego. Perché ha fatto Pearl Harbor? Roosevelt voleva un pezzo della torta di guerra. Non riuscendo ad esercitare Hitler fornendo 50,1 miliardi di dollari in forniture di guerra per la Gran Bretagna, l’Unione Sovietica, la Francia e la Cina come parte del programma Lend Lease, Roosevelt ha cambiato atteggiamento in Giappone. Poiché il Giappone aveva firmato un patto di difesa reciproca con la Germania e l’Italia, Roosevelt sapeva che la guerra con il Giappone era una leggenda porta di accesso alla guerra in Europa. Il 7 ottobre 1940, uno dei consiglieri militari di Roosevelt, il tenente comandante Arthur McCollum, ha scritto un memorandum che descrive un piano a otto stadi che provocerebbe il Giappone ad attaccare gli Stati Uniti. Nel corso del prossimo anno, Roosevelt ha implementato tutte e otto le azioni raccomandate. Francia e Cina nell’ambito del programma Lend Lease, Roosevelt ha cambiato focus sul Giappone. Poiché il Giappone aveva firmato un patto di difesa reciproca con la Germania e l’Italia, Roosevelt sapeva che la guerra con il Giappone era una leggenda porta di accesso alla guerra in Europa. Il 7 ottobre 1940, uno dei consiglieri militari di Roosevelt, il tenente comandante Arthur McCollum, ha scritto un memorandum che descrive un piano a otto stadi che provocerebbe il Giappone ad attaccare gli Stati Uniti. Nel corso del prossimo anno, Roosevelt ha implementato tutte e otto le azioni raccomandate. Francia e Cina nell’ambito del programma Lend Lease, Roosevelt ha cambiato focus sul Giappone. Poiché il Giappone aveva firmato un patto di difesa reciproca con la Germania e l’Italia, Roosevelt sapeva che la guerra con il Giappone era una leggenda porta di accesso alla guerra in Europa. Il 7 ottobre 1940, uno dei consiglieri militari di Roosevelt, il tenente comandante Arthur McCollum, ha scritto un memorandum che descrive un piano a otto stadi che provocerebbe il Giappone ad attaccare gli Stati Uniti. Nel corso del prossimo anno, Roosevelt ha implementato tutte e otto le azioni raccomandate. Ha scritto un appello che descrive un piano a otto stadi che provocerebbe il Giappone ad attaccare gli Stati Uniti. Nel corso del prossimo anno, Roosevelt ha implementato tutte e otto le azioni raccomandate. Ha scritto un appello che descrive un piano a otto stadi che provocerebbe il Giappone ad attaccare gli Stati Uniti. Nel corso del prossimo anno, Roosevelt ha implementato tutte e otto le azioni raccomandate.

Nell’estate del 1941, gli Stati Uniti entrarono in Inghilterra in un embargo di petrolio contro il Giappone. Il Giappone aveva bisogno dell’olio per la sua guerra con la Cina e non aveva altra possibilità per invadere le Indie Orientali e l’Asia Sud-Orientale per ottenere nuove risorse. E ciò ha richiesto di sbarazzarsi di prima della Flotta del Pacifico degli Stati Uniti. Anche se Roosevelt avrebbe potuto avere più di quanto potesse contare, ha chiaramente permesso che l’attacco a Pearl Harbor avvenisse, e anche aiutato il Giappone assicurandosi che il loro attacco fosse una sorpresa. Lo ha fatto per mezzo delle informazioni trattenute dai comandanti di Pearl Harbor e persino assicurando che la forza di attacco non venisse accidentalmente scoperta dal traffico commerciale. Come afferma l’Ammiraglio Richmond K. Turner nel 1941: “eravamo disposti a deviare il traffico quando credevamo che la guerra fosse imminente. Abbiamo spedito il traffico attraverso il Torres Strait,

7. CELLA TERRORISTA ISRAELIANA SCOPERTA IN EGITTO

Nel luglio 1954, una cellula terroristica israeliana fu attivata all’interno dell’Egitto. Gli attacchi che seguirono, abilmente progettati per assomigliare all’opera degli arabi, avevano bombardato e bombardato gli obiettivi americani e britannici. In primo luogo, i terroristi israeliani hanno incendiato l’ufficio postale di Alessandria. Poi hanno incendiato le librerie delle agenzie dell’informazione statunitensi: una a Alessandria e una a Cairo. Poi hanno incendiato un teatro Metro-Goldwyn Mayer di proprietà britannica, un terminal ferroviario, l’ufficio postale centrale e un paio di teatri … Per spronare le loro bombe all’interno degli edifici, i terroristi utilizzavano dispositivi a forma di libri, nascondendoli nei libri . Una volta dentro, le borse riempite di acido sono state collocate sopra le bombe di nitroglicerina. Dopo diverse ore, l’acido mangiò attraverso i sacchetti e accese la nitroglicerina, causando esplosioni e infernali ardenti.

Nei primi anni ’50 gli Stati Uniti stavano facendo rapidi amici con l’Egitto, approfittando del nuovo governo egiziano pan-arabo di Gamal Abdel Nasser. La relazione tra gli Stati Uniti e l’Egitto ha causato un Israele molto insicuro a sentirsi minacciato. Nassar aveva anche piani per nazionalizzare il canale di Suez, che era stato controllato dagli inglesi per decenni. L’Egitto era conosciuto per bloccare la spedizione israeliana attraverso il canale e l’Israele temeva che Nassar avrebbe reso permanente un blocco. Dopo che il presidente americano Eisenhower iniziò a incoraggiare gli inglesi a lasciare la zona del Canale di Suez, Israele cominciò a cercare un modo per rendere il soggiorno britannico e Modo di rimanere amici migliori con l’America. E quale modo migliore per trattare il tuo migliore amico che non piangere nella parte posteriore e dirgli che uno dei tuoi altri amici lo ha fatto?

David Ben Gurion, primo ministro fondatore di Israele, ha pensato che gli attacchi terroristici egiziani contro gli americani sarebbero un modo perfetto per raffreddare la crescente relazione tra Stati Uniti e Egitto. Dal momento che non c’erano degli egiziani che avevano pianificato attacchi contro gli americani, i protegeti di Ben Gurion hanno fatto la cosa migliore: hanno reclutato agenti israeliani per fingere di essere terroristi egiziani. La cella terroristica israeliana, l’unità 131, era esistita fin dal 1948. Nel 1950, Direzione di Intelligence Militare Aman è stato creato e Israele ha inviato un agente di copertura, il colonnello Avraham Dar (alias: John Darling, cittadino britannico dell’isola di Gibilterra), per reclutare più membri all’unità 131. Ha anche addestrato loro come costruire bombe e Terrorizzano gli americani ei civili britannici che lavorano e vivono in Egitto. Prima che la cella terroristica venisse attivata, Un altro agente israeliano di nome Avraham (Avraham Seidenberg) è stato mandato a prendere il controllo da Avraham Dar. Seidenberg è andato in Germania per stabilire un alias: ha assunto l’identità di Paul Frank, ex ufficiale di SS, completo di connessioni naziste sotterranee. Entro il 1954, la sua nuova identità era in atto e lui andò in Egitto per prendere il comando dell’unità 131. Tutto stava andando bene per i terroristi israeliani che sembrava. Ma c’era una cosa che i membri dell’Unità 131 non sapevano: la loro cellula dormiente terroristica era stata infiltrata dal servizio d’intelligence egiziano. Il nuovo leader dell’unità 131, Seidenberg, li aveva traditi agli egiziani. Entro il 1954, la sua nuova identità era in atto e lui andò in Egitto per prendere il comando dell’unità 131. Tutto stava andando bene per i terroristi israeliani che sembrava. Ma c’era una cosa che i membri dell’Unità 131 non sapevano: la loro cellula dormiente terroristica era stata infiltrata dal servizio d’intelligence egiziano. Il nuovo leader dell’unità 131, Seidenberg, li aveva traditi agli egiziani. Entro il 1954, la sua nuova identità era in atto e lui andò in Egitto per prendere il comando dell’unità 131. Tutto stava andando bene per i terroristi israeliani che sembrava. Ma c’era una cosa che i membri dell’Unità 131 non sapevano: la loro cellula dormiente terroristica era stata infiltrata dal servizio d’intelligence egiziano. Il nuovo leader dell’unità 131, Seidenberg, li aveva traditi agli egiziani.

Così, quando l’unità 131 membro Philip Nathanson si fece strada per bombardare il teatro Rio di proprietà britannica ad Alessandria, non solo era stato seguito, il servizio di intelligence egiziano aveva un motore antincendio in attesa di spegnere le fiamme. Mentre Nathanson era in biglietteria, la sua cattiva sorte peggiorò quando una delle bombe in tasca si accese e poi esplose. Nathanson fu bruciato ma non ucciso. Mentre i pedoni vicini gridavano degli avvertimenti e si chiedevano se fosse un bomber suicida, i poliziotti egiziani entrarono in piedi, calmarono la folla e identificarono Nathanson come uno dei terroristi che avevano saltato gli edifici americani e britannici. Nathanans è stato interrogato dall’intelligenza militare dell’Egitto e confessato Tutta la trama, che ha portato a più arresti. Quando le spie israeliane furono date un sentiero pubblico, sono venuti alla luce tutti i dettagli della loro formazione terroristica in Israele. _Il primo ministro israeliano Ben Gurion e il capo di Israele Aman, Binyamin Gibli, hanno cercato di creare il proprio ministro della difesa Pinhas Lavon. Essi hanno anche offerto documenti forgiati come prova. Il frame-up ha funzionato per un po ‘, tanto che l’intero incidente è ancora popolarmente conosciuto come il Lavon Affair. Lavon si è dimesso e Ben Gurion è uscito dal pensionamento politico per sostituirlo come ministro di difesa israeliano. Tuttavia, la verità è finalmente emergere. Nel 1960, una revisione dell’inchiesta ha scoperto i documenti falsi, nonché la condanna di fallimento di Seidenberg. Un comitato di sette membri del Gabinetto ha eliminato Lavon. Anche se Ben Gurion non ha mai ammesso colpa, ha dimesso il suo posto come ministro della Difesa. Essi hanno anche offerto documenti forgiati come prova. Il frame-up ha funzionato per un po ‘, tanto che l’intero incidente è ancora popolarmente conosciuto come il Lavon Affair. Lavon si è dimesso e Ben Gurion è uscito dal pensionamento politico per sostituirlo come ministro di difesa israeliano. Tuttavia, la verità è finalmente emergere. Nel 1960, una revisione dell’inchiesta ha scoperto i documenti falsi, nonché la condanna di fallimento di Seidenberg. Un comitato di sette membri del Gabinetto ha eliminato Lavon. Anche se Ben Gurion non ha mai ammesso colpa, ha dimesso il suo posto come ministro della Difesa. Essi hanno anche offerto documenti forgiati come prova. Il frame-up ha funzionato per un po ‘, tanto che l’intero incidente è ancora popolarmente conosciuto come il Lavon Affair. Lavon si è dimesso e Ben Gurion è uscito dal pensionamento politico per sostituirlo come ministro di difesa israeliano. Tuttavia, la verità è finalmente emergere. Nel 1960, una revisione dell’inchiesta ha scoperto i documenti falsi, nonché la condanna di fallimento di Seidenberg. Un comitato di sette membri del Gabinetto ha eliminato Lavon. Anche se Ben Gurion non ha mai ammesso colpa, ha dimesso il suo posto come ministro della Difesa. Una revisione dell’inchiesta ha scoperto i documenti falsi, nonché la condanna da parte di Seidenberg. Un comitato di sette membri del Gabinetto ha eliminato Lavon. Anche se Ben Gurion non ha mai ammesso colpa, ha dimesso il suo posto come ministro della Difesa. Una revisione dell’inchiesta ha scoperto i documenti falsi, nonché la condanna di fallimento di Seidenberg. Un comitato di sette membri del Gabinetto ha eliminato Lavon. Anche se Ben Gurion non ha mai ammesso colpa, ha dimesso il suo posto come ministro della Difesa.

8. OPERAZIONE NORTHWOODS

Nel 1962, i capi municipali degli Stati Uniti hanno proposto all’unanimità gli atti terroristici sponsorizzati dal governo sul suolo americano, contro i cittadini americani. Il capo di ogni ramo delle forze armate statunitensi ha dato l’approvazione scritta per affondare navi statunitensi, sparare aerei americani dirottati e sparare e bombardare civili per le strade di Washington, DC e Miami. L’idea era di incolpare il terrorismo auto-inflitto sul leader di Cuba, Fidel Castro, in modo che il pubblico americano avrebbe invocato e gridava che i marines avrebbero tempestato l’Avana. _ Il pubblico ha appreso circa l’operazione Northwoods 35 anni più tardi, quando il documento Top Secret è stato declassificato dall’assemblea di revisione degli assassini di John F. Kennedy. Tra le altre cose, l’Operazione Northwoods ha proposto: Frostare il crollo di un aereo passeggeri americano.

Un aereo vuoto a distanza controllato avrebbe seguito il volo commerciale mentre usciva dalla Florida. I piloti del volo commerciale avrebbero telefonato per aiuto, menzionando che erano stati attaccati da un combattente cubano e poi in segreto a Eglin AFB. Il piano vuoto a controllo remoto sarebbe stato spazzato via dal cielo e il pubblico avrebbe detto che tutti i poveri studenti universitari a bordo sono stati uccisi .- Utilizzando un possibile disastro della NASA (astronauta morte di John Glenn) come pretesto per lanciare la guerra. Il piano chiede “la produzione di vari pezzi di prova che provano l’interferenza elettronica da parte dei cubani” se qualcosa andava storto con il terzo lancio spaziale della NASA. Soffiare gli edifici a Washington e Miami. Agenti cubani (agenti CIA sotto copertura) sarebbero stati arrestati e confesseranno ai bombardamenti. Inoltre, I documenti falsi che dimostrerebbero il coinvolgimento di Castro negli attacchi sarebbero stati “trovati” e dati alla stampa. Attaccare una base militare americana a Guantanamo con reclute della CIA posa come mercenari cubani. Ciò implicava l’esplosione del deposito delle munizioni e, ovviamente, avrebbe causato danni materiali e molte truppe americane morte. Come ultima risorsa, il piano ha menzionato anche il cimento di uno dei comandanti di Castro per avviare l’attacco a Guantanamo. Ciò merita di ripetere: il Pentagono ha considerato l’utilizzo dei nostri dollari fiscali per corrompere le forze di un altro paese per attaccare le nostre truppe per provocare una guerra su vasta scala. Ciò implicava l’esplosione del deposito delle munizioni e, ovviamente, avrebbe causato danni materiali e molte truppe americane morte. Come ultima risorsa, il piano ha menzionato anche il cimento di uno dei comandanti di Castro per avviare l’attacco a Guantanamo. Ciò merita di ripetere: il Pentagono ha considerato l’utilizzo dei nostri dollari fiscali per corrompere le forze di un altro paese per attaccare le nostre truppe per provocare una guerra su vasta scala. Ciò ha comportato l’esplosione del deposito di munizioni e ovviamente provocherebbe danni materiali e molte truppe americane morte. Come ultima risorsa, il piano ha menzionato anche il cimento di uno dei comandanti di Castro per avviare l’attacco a Guantanamo. Ciò merita di ripetere: il Pentagono ha considerato l’utilizzo dei nostri dollari fiscali per corrompere le forze di un altro paese per attaccare le nostre truppe per provocare una guerra su vasta scala.

L’operazione Northwoods era solo uno dei diversi piani sotto l’ombrello dell’operazione Mongoose. Poco dopo che i capi congiunti firmarono e presentarono il piano nel marzo del 1962, il presidente Kennedy, ancora sconvolto dalla baia dei maiali fiasco, dichiarò di non autorizzare mai un’invasione militare di Cuba. Nel mese di settembre, Kennedy ha negato il Presidente del Capo Comandante, il generale Lyman Lemnitzer, un secondo mandato come ufficiale militare più alto della nazione. E per l’inverno del 1963, Kennedy era morto … ucciso, apparentemente, da un simpatizzante cubano nelle strade di una città americana.

9. FANTASMI NEL GOLFO DI TONKIN

Il 2 agosto 1964, tre navi a torpedo nord vietnamite attaccarono un distruttore americano, la USS Maddox. Le navi hanno riferito di aver sparato siluri presso la nave americana in acque internazionali del Golfo di Tonkin, circa trenta miglia dalla costa del Vietnam. Il 4 agosto, la Marina Militare americana ha riportato un altro attacco non provocato all’USS Maddox e all’USS Turner Joy. Durante le ore, il presidente Lyndon B. Johnson ha ordinato uno sciopero di ritorsione.

Mentre le basi per le navi da torpedo settentrionali vi erano bombardate, Johnson è andato in televisione e ha detto all’America:

“Gli atti ripetuti di violenza contro le forze armate degli Stati Uniti devono essere rispettati non solo con una difesa allerta ma con una risposta positiva. Quella risposta viene data come sto parlando stasera. “Il giorno dopo, il Segretario alla Difesa Robert McNamara assicurò a Capital Hill che la Maddox era stata solo”

Svolgendo una missione di routine del tipo che svolgiamo in tutto il mondo in ogni momento “. McNamara ha detto che le due barche non erano in alcun modo coinvolte con i recenti incursioni di navi vietnamite del Vietnam contro gli obiettivi del Vietnam settentrionale. Su richiesta di Johnson, il Congresso passò il Golfo del Risoluzione Tonkin. La risoluzione ha approvato qualsiasi azione militare che Johnson avrebbe preso. Ha dato a Johnson un biglietto gratuito per guadagnare la guerra in Vietnam tanto grande quanto il presidente ha voluto. E, vera per le sue grandi radici del Texas, Johnson ha avuto una grande guerra: nel 1969, più di mezzo milione di soldati statunitensi stavano combattendo in Indocina. Malgrado la testimonianza di McNamara al contrario, la USS Maddox aveva fornito un sostegno all’intelligence alle barche vietnamite del Vietnam che eseguivano incursioni contro il Vietnam del Nord. McNamara aveva anche testimoniato che c’era “prova inequivocabile” di un secondo attacco “non provocato” contro la USS Maddox.

Al momento del secondo incidente, i due cacciatorpedinieri americani hanno erroneamente interpretato i segnali radar e radio come attacchi della navy vietnamita settentrionale. Ora è noto che nessuna barca settentrionale vietnamita era nella zona. Così, per due ore, i due cacciatorpedinieri americani furono spazzati via per gli obiettivi radar inesistenti e vigorosamente manovravano per evitare navi fantasma nord-vietnamite. Anche se il secondo “attacco” implicava solo due navi statunitensi che si difendevano contro un nemico inesistente, il Presidente e il Segretario della Difesa lo hanno usato per costringere il Congresso e il popolo americano a iniziare una guerra che non volevano né avevano bisogno. Dopo che la guerra del Vietnam si trasformò in un pezzo, il Congresso decise di mettere limiti sull’autorità del Presidente per combattere in modo unilaterale.

Così, il 7 novembre 1973, il Congresso annullò il veto del presidente Nixon e superò la risoluzione di potere di guerra. La risoluzione richiede al presidente di consultarsi con il Congresso prima di prendere decisioni che impegnano le forze armate statunitensi nelle ostilità. È ancora in vigore fino ad oggi.

10. GLI ATTACCHI DELL’11 SETTEMBRE 2001 (NON DETERMINATI)

Come molti edifici costruiti negli anni ’70, le torri gemelle sono state costruite con ampi quantitativi di amianto che provocano l’amianto. Il costo di rimuovere l’amianto Twin Tower? Un anno di reddito minimo; Forse quanto il valore degli edifici stessi. Il costo per disassemblare il pavimento delle Twin Towers avrebbe raggiunto i miliardi di doppia cifra. Inoltre, l’Autorità Portuale è stata proibita a demolire le torri perché la polvere dell’amianto risultante copriva l’intera città, cosa che ha fatto quando sono crollate, causando molti tumori con un collegamento confermato alla polvere di WTC. Nonostante il suo status discutibile, nel mese di gennaio Del 2001, Larry Silverstein ha fatto un’offerta di 3,2 miliardi di dollari per il World Trade Center. Il 24 luglio l’Autorità Portuale ha accettato l’offerta. Silverstein ha poi preso una polizza assicurativa che, comprensibile, Coperti da attacchi terroristici, che si sono verificati sette settimane dopo. Ad oggi, Silverstein è stato assegnato quasi 5 miliardi di dollari da nove diverse compagnie di assicurazioni. Quello che è stato un incubo di amianto trasformato in profitto di 1,8 miliardi di dollari entro sette settimane.

Donald Rumsfeld ha dichiarato al Pentagono la mattina del 10 settembre 2001: “Secondo alcune stime non possiamo individuare 2,3 trilioni di dollari in transazioni”. La bomba è stata praticamente dimenticata dalla mattina successiva. Quindi, come ricompensa per aver perso 8.000 dollari per ogni uomo, donna e figlio in America, i contribuenti hanno patriotticamente forgiato altri 370 miliardi di dollari e contando di invadere l’Iraq. Realmente in forma, il Pentagono ha subito perso 9 miliardi di dollari di quei soldi.

Otto giorni dopo gli attacchi, il Patriot Act di 342 pagine è stato dato al Congresso. Quella stessa settimana, le lettere armate di antrace di un laboratorio militare statunitense entrarono nella posta. Successivamente, mentre gli uffici del Congresso sono stati evacuati, esaminati, puliti e le cavità nasali si sono sventolate, la Patriottismo è rimasta in gran parte illeggibile. Poi, con un piccolo dibattito, la Legge Patriottica è diventata legge, conferendo all’amministrazione Bush un potere senza precedenti per accedere ai documenti medici della gente, ai registri fiscali, alle informazioni sui libri acquistati o mutuati e al potere di condurre ricerche residenziali segrete senza notificare i proprietari che le loro case avevano È stato ricercato.

All’inizio del 2001, i dirigenti di Shell, BP e Exxon si sono incontrati con l’Energy Task Force di Dick Cheney mentre stava sviluppando la sua nuova politica energetica nazionale. Più tardi, le società hanno ammesso liberamente interesse a trarre profitto dai campi petroliferi d’Iraq, anche prima che gli Stati Uniti invasero l’Iraq. E adesso? Una nuova legge in materia di idrocarburi dell’Iraq che dovrebbe essere approvata nel marzo 2007 aprirà la porta agli investitori internazionali, guidati da BP, Exxon e Shell, per sfruttare il 75% della ricchezza petrolifera dell’Iraq per i prossimi trent’anni.

Secondo dichiarazioni del colonnello Anthony Shaffer, un destinatario di Bronze Star con 22 anni di esperienza in operazioni di intelligence, un programma di intelligence classificato codificato Able Danger aveva scoperto due delle tre cellule terroristiche dell’11 settembre un anno prima degli attacchi e aveva identificato Quattro dei dirottatori. Shaffer ha avvisato l’FBI nel settembre del 2000, ma le riunioni che ha cercato di istituire con i funzionari dell’ufficio di presidenza sono stati bloccati ripetutamente da avvocati militari. Quattro testimoni credibili sono avanzati per verificare le affermazioni di Shaffer. _Nell’agosto del 2001, un istruttore dell’Aeroporto di volo di Pan Am ha avvertito l’FBI che uno studente (Zacarias Moussaoui) potrebbe usare un aereo commerciale caricato con combustibile come arma. L’istruttore ha chiesto: “Ti rendi conto che un 747 caricato con combustibile può essere utilizzato come bomba?” Moussaoui è stato poi arrestato sulle spese di immigrazione,

Gli Stati Uniti hanno inoltre ricevuto decine di avvisi dettagliati (nomi, località, date) dalle agenzie di intelligence dell’Indonesia, della Gran Bretagna, della Germania, dell’Italia, dell’Egitto, della Giordania, dell’India, dell’Argentina, del Marocco, della Russia, dell’Israele, della Francia e persino dei talebani. Sembrerebbe che l’intero mondo fosse sugli hijackers sauditi impacciati e un po ‘perplessi che gli Stati Uniti non stavano prendendo azioni preventive. Ma in ogni caso gli Stati Uniti, come per motivi, hanno scelto di non indagare. Anziché. Condoleezza Rice, il 16 maggio 2002, ha dichiarato: “Non credo che nessuno avrebbe potuto prevedere che queste persone avrebbero preso un aereo e lo avrebbero buttato nel World Trade Center, avrebbero preso un altro e lo avrebbero buttato nel Pentagono”. Sappiamo che la mattina dell’11 settembre sono in corso diversi giochi di guerra aerei e le esercitazioni. I dirottatori non avrebbero mai fatto i loro obiettivi senza questi giochi di guerra:

Notevolmente, l’operazione Vigilant Guardian ha simulato gli aerei dirottati nel settore nordorientale, mentre i dirottatori reali erano nello stesso spazio aereo. Questo trapano aveva NORAD e la Forza Aerea reagendo a falsi flagelli sulle schermate radar FAA. Alcune di queste battute corrispondevano a veri e propri velivoli militari nell’aria che presentavano come aerei dirottati. Ecco perché quando l’ufficiale di controllo aereo di NORAD, il dottor Col. Dawne Deskins, ha sentito Boston affermare che avesse un aereo di linea perrottato, le sue prime parole erano: “Deve essere parte dell’esercitazione”.

CAMBIARE I COLORI

Se seguite i soldi, potete vedere che le persone con la maggior parte di cui godere occupano le posizioni principali militari e civili per aiutare l’9/11, oltre a coprire il crimine. Tale è il segno distintivo delle operazioni false flag durante la storia. Ma la scala incredibile dell’ombra dell’11 settembre e il gran numero di persone che ancora rifiutano di vedere la montagna della verità davanti ai loro occhi … è ciò che rende l’11 settembre 2001 l’attacco al più grande operazione di bandiera falsa di tutti i tempi. _Hermann Göring ha dichiarato: “Naturalmente la gente comune non vuole la guerra; Né in Russia, né in Inghilterra, né in America né in Germania. Questo è inteso. Ma dopo tutto, i leader del paese definiscono la politica e è sempre una cosa semplice trascinare il popolo, sia che sia una democrazia, sia una dittatura fascista, o un parlamento, O una dittatura comunista. … Voce o nessuna voce, la gente può sempre essere portata all’offerta dei leader. Questo è facile. Tutto quello che devi fare è dirle che sono attaccati e denunciare i pacifisti per mancanza di patriottismo e esporre il paese al pericolo. Funziona altrettanto in tutti i paesi. “_ Adolf Hitler in Mein Kampf, un libro ancora proibito in alcuni paesi (come la Francia), ha scritto:” Nella dimensione della bugia c’è sempre un certo fattore di credibilità, dal momento che il grande Le masse della gente … saranno più facilmente vittime di una grande bugia che di una piccola “.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: